Home » Ricerca per Regione » Lavoro Emilia Romagna » Emilia Romagna: Concorso per finanziare i progetti dei giovani ricercatori

Emilia Romagna: Concorso per finanziare i progetti dei giovani ricercatori

L’Emilia Romagna non è una regione che si distingue in Italia per le sue storiche prelibatezze culinarie come i tortellini o la piadina, ma soprattutto per la vitalità della sua rete universitaria attivissima sotto il profilo della ricerca. Il Servizio Sanitario Regionale dell’Emilia Romagna ha bandito un concorso per finanziare i progetti portati avanti dai giovani ricercatori.

Si parla sempre e comunque di ricerca in tv, sui giornali, nei corridoi delle università. Si ripete costantemente che i fondi sono pochi, troppo pochi, perché la ricerca in Italia possa avere l’impulso che merita per rimanere al passo con gli altri stati e non retrocedere. Troppo spesso però le buone notizie passano sotto silenzio: le istituzioni che credono nella ricerca ci sono, come il SSR dell’Emilia, che nel bando del suddetto concorso afferma di aver “identificato la ricerca come sua funzione istituzionale fondamentale, integrata con assistenza e formazione”. Questo è un’ottima base da cui partire, nonché il motore del finanziamento rivolto ai ricercatori nel settore medico-sanitario al di sotto dei 40 anni.

Le aree di ricerca sono classificate in 3 categorie: ricerca innovativa, ricerca per il governo clinico e attività di formazione alla ricerca finalizzate allo sviluppo di research network.

 

I progetti dei “giovani ricercatori” (strutturati e non strutturati al di sotto dei 40 anni) dovranno avere le seguenti caratteristiche:

  • ricerca biomedica finalizzata alla produzione di nuove conoscenze su tecnologie ed interventi di potenziale rilevanza per il Servizio sanitario regionale;
  • ricerca clinico-assistenziale (cioè finalizzata al completamento delle conoscenze necessarie al trasferimento nella pratica dei servizi sanitari e alla valutazione delle effettive potenzialità e dell’impatto di tecnologie e interventi in ambito sanitario)
  • l’attività di ricerca che si propone di svolgere con il progetto presentato non è stata già finanziata dal Servizio sanitario regionale dell’Emilia-Romagna
  • ogni ricercatore potrà presentare un solo progetto
  • i progetti potranno avere durata massima 36 mesi e saranno prorogabili per un massimo di ulteriori 12 mesi

 

I progetti dovranno pervenire alla Segreteria scientifica dell’Agenzia sanitaria sociale e regionale entro e non oltre le ore 12.00 del 29 Febbraio 2012. Per maggiori informazioni, il bando è disponibile per la consultazione sul sito web dell’Assr dell’Emilia Romagna.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*