Home » Guide al Lavoro » L'Angolo del Curriculum » Linkedin, il Curriculum e la Ricerca del Lavoro

Linkedin, il Curriculum e la Ricerca del Lavoro

LinkedIn è un social network nato nel 2003 orientato al mondo del lavoro. Al contrario dei suoi predecessori nati e poi spesso scomparsi, è riuscito a divenire nel giro di pochi anni il social network professionale più utilizzato in tutto il mondo. Dal 2009 LinkedIn sta attraversando una fase di crescita esponenziale, tanto da permettergli di divenire una società finanziariamente solida.

L’obiettivo di questo social network è la creazione di legami utili alla carriera dell’utente: infatti, al contrario di altri come Facebook, il profilo personale corrisponde al curriculum vitae e le connessioni non sono di tipo amicale bensì, professionale. L’utente può ampliare il numero delle sue connessioni invitando chi di suo gradimento ovvero chi ritiene affidabile in ambito lavorativo.

 

A CHI PUO’ SERVIRE LINKEDIN
A tutti. In un certo qual modo. Vi sono professioni che ne possono beneficiare più di altri, l’importante è capire come utilizzarlo senza commettere errori, i quali più degli altri, possono determinare  ripercussioni sulla reputazione professionale.

COSA FARE CON LINKEDIN
Attraverso LinkedIn l’utente può:

  • Generare un profilo professionale, specificando le proprie esperienze professionali, i titoli di studio, gli interessi e le iscrizioni a gruppi di interesse.
  • Attraverso le proprie connessioni è possibile mettersi in contatto e presentarsi a qualcuno che si desidera conoscere, giocando sul collegamento affidabile.
  • Sfruttare i servizi della piattaforma e gli aggiornamenti del proprio network per trovare offerte di lavoro e/o opportunità di business.
  • Aderire ai gruppi e alle associazioni, che sono la vera risorsa del network: creati dagli stessi utenti, si configurano come spazi di discussione e confronto su tematiche attinenti al proprio ambito lavorativo. Molti di questi gruppi, come Job Seeker o Job Rumors, sono dedicati al mondo del lavoro, e spesso sono organizzati in sotto-gruppi dedicati alle specifiche città.
  • Le aziende hanno la possibilità di pubblicare offerte di lavoro e/o di fare recruiting cercando potenziali candidati tramite LinkedIn.
  • Viceversa, gli utenti in cerca di lavoro possono leggere i profili dei reclutatori e valutare la serietà della posizione lavorativa offerta.

 

SERVIZI & STRUMENTI
Status: L’aggiornamento di status è  un servizio di LinkedIn sottovalutato, e quando utilizzato, non sfruttato nel modo giusto: infatti, molti utenti collegano lo status di Twitter a LinkedIn, facendo si che ogni aggiornamento postato su Twitter automaticamente appare anche su LinkedIn, con la conseguenza di leggere status non in linea con il social network. In generale, un buon consiglio è quello di personalizzare lo status a seconda del social network che si utilizza, pena la duplicazione di aggiornamenti in contesti differenti.
Lo status è un box bianco posizionato appena sotto la foto nella pagina “Visualizza il mio profilo”.  Se non compare vuol dire che non si è postato alcun aggiornamento di stato.
Per impostarne uno basta andare sulla propria homepage LinkedIn o sulla pagina “Modifica il mio profilo” e in 140 caratteri comunicare il proprio messaggio. L’aggiornamento di status viene notificato a tutta la rete di connessioni, sia nelle homepage di ogni contatto sia nella newsletter settimanale che LinkedIn invia su posta elettronica. Questo per dire che è uno strumento che ha potenziale risonanza.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>