Home » Corsi di Formazione » Programma Leonardo » 52 borse per laureati in Architettura con Inarch

52 borse per laureati in Architettura con Inarch

Magari avete studiato architettura perché ogni volta che alzavate lo sguardo al cielo per ammirare un edificio in tutta la sua magnificienza non potevate fare a meno di interrogarvi su come fosse possibile che una struttura così articolata stesse in piedi: studiare architettura, in fondo, significa scoprire l’anima di una costruzione, esplorare quanto ogni singolo elemento debba essere perfettamente concertato con tutti gli altri in un delicato gioco di equilibri.

Oggi, dopo aver conseguito la laurea, tu, giovane architetto, ti trovi alle prese con un progetto che, probabilmente, sarà il più difficile della tua vita: devi impegnarti a costruire il tuo futuro. Ti sei occupato delle basi studiando, mettendo delle solide fondamenta grazie alla tua laurea magistrale o a ciclo unico in architettura, ma adesso? Adesso per continuare ad erigere il grattacielo della tua carriera hai bisogno di trovare nuovi materiali varcando il confine dell’Italia: un periodo di tirocinio all’estero potrebbe proprio essere ciò che fa al caso tuo.

Se sei laureato in architettura di certo conoscerai bene l’IN/ARCH, ossia l’ Istituto Nazionale di Architettura nato nell’ottobre del 1959 da un’idea di Bruno Zevi. Oggi, L’INARCH è un importante punto di riferimento non solo per ingegneri ed architetti, nonché costruttori ed industrie che si occupano della produzione di materiali edili, ma anche per gli enti delle pubbliche amministrazioni con cui l’INARCH non manca di collaborare.
Per saperne di più sul Programma Leonardo.

 

Un esempio? Il progetto di cui intendiamo parlarvi oggi:  l’Inarch Servizi Srl ha presentato un progetto di mobilità destinato a giovani laureati in architettura. Il programma in questione si chiama “U.S.A II Urban Sustainable Architecture- Seconda Edizione” ed è promosso contestualmente al Programma Comunitario Leonardo da Vinci. Saranno 52 i fortunati che potranno intraprendere un percorso di formazione professionale all’estero tramite dei tirocinii transnazionali: il progetto punta ad incentivare la formazione di progettazione  architettonica che strizzi l’occhio all‘ecosostenibilità e per farlo mira ad offrire a giovani preparati e appassionati la possibilità di vivere un’importante esperienza formativa in un paese a scelta tra Spagna, Belgio, Lituania, Portogallo, Germania, Gran Bretagna, Francia, Slovenia.

Sei un giovane architetto e sei regolarmente iscritto all’Istituto Nazionale di Architettura ? Hai appunto conseguito una laurea magistrale o a ciclo unico in architettura o sei in possesso di un titolo equipollente e non hai più di 35 anni? Non stai usufruendo contemporaneamente di altri finanziamenti per soggiorni all’estero, erogati su fondi dell’Unione Europea o da altri Enti nè hai mai usufruito di una borsa Leonardo Da Vinci per l’azione mobilità? Potresti allora davvero essere il candidato ideale per il progetto “U.S.A II Urban Ststainable Architecture” promosso all’interno del Programma Leonardo Da Vinci che incoraggia la mobilità transnazionale.

Altri requisiti richiesti per partecipare alla selezione? Naturalmente essere davvero “stranieri” nel paese in cui si intende svolgere lo stage: non è dunque ammesso richiedere di effettuare il periodo di formazione in un paese in cui si è residenti o di cui si è cittadini e, inoltre, occorre possedere una conoscenza della lingua inglese corrispondente almeno al livello B1 del Passaporto Europeo delle Lingue.  Se si è in possesso dei requisiti fondamentali richiesti dal bando si può sperare di superare la rigida selezione che, tesa a scegliere 52 beneficiari, consterà di tre fasi successive.

Per poter ottenere una delle 52 borse di studio stanziate da questo progetto facente parte del programma Leonardo Da Vinci la concorrenza sarà sicuramente forte: per questo la commissione non solo valuterà attentamente il curriculum vitae di ogni candidato e  il suo percorso formativo ma presterà molta attenzione anche a verificare la motivazione  di chi si candida, e a testare la capacità, di chi ha presentato la domanda di partecipazione, di valutare in modo critico le proprie doti ed i propri limiti. Nel pieno rispetto della filosofia del progetto si darà inoltre priorità a chi versa in una condizione lavorativa precaria o non è ancora affatto inserito nel mondo del lavoro ed inoltre la metà delle borse di studio verranno assegnate a giovani architetti di sesso femminile e/o giovani architetti residenti nella aree del sud e delle isole d’Italia

 

 

Hai letto di questa opportunità e, dopo aver visto che possiedi tutti i requisiti necessari, desideri candidarti per una delle 52 borse di studio per tirocini transnazionali? Sappi allora che il plico con tutta la documentazione dovrà pervenire presso la sede dell’Istituto Nazionale di Architettura entro le ore 12:00 del giorno 31 Gennaio 2014:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*