Home » Guide al Lavoro » Crowdfunding: i 4 Progetti che hanno avuto più Successo

Crowdfunding: i 4 Progetti che hanno avuto più Successo

Crowdfunding: i Progetti che hanno avuto SuccessoOrmai alla parola Crowdfunding sentita qua e là tra stralci di conversazioni e telegiornali non dovreste più spaventarvi. Nei nostri articoli vi abbiamo spiegato cos’è il Crowdfunding, come funziona e quali sono le diverse tipologie di finanziamento, ma vi abbiamo anche dato consigli sulle piattaforme migliori ora sul web più adatte al vostro progetto.

Oggi torniamo ancora una volta sull’argomento per parlarvi di qualcosa di meno generico e, forse, più concreto: i progetti che, grazie a questo nuovo e geniale sistema di finanziamento, hanno potuto vedere la luce.

 

1. Trailmeup.com

Partiamo dal particolare italiano: Eppela. La piattaforma italiana, pur essendo online davvero da poco, ha già permesso di vedere la luce a diversi progetti, tra cui troviamo un sito web e un progetto sociale molto particolare.
Il sito web si chiama Trailmeup.com ed è stato definito come una fortunata fusione tra lo Streetview di Google e Wikipedia: si tratta di un portale che permette agli utenti di visitare da dietro il pc aree raggiungibili unicamente a piedi. Il materiale per ora raccolto vede come protagoniste alcune delle location più suggestive del mondo: i parchi di Yosemite e Vermillion Cliffs, la Cappadocia e la Tanzania. Tutto questo con cinque fotocamere sincronizzate, un GPS e un sistema di alimentazione esterno, il tutto montato su uno zaino. Un’idea brillante e dei creatori tenaci, che sono stati in grado di raccogliere grazie alla piattaforma un fondo di 3.540 euro.

 

2. Skipper di Terra

E’ un progetto fuori dall’ordinario: si propone infatti di far vivere una sorta di viaggio sensoriale in Marocco per non vedenti a bordo di un Mercedes Unimog del ’65. Dall’esperienza del fautore nell’ambito della progettazione di strumenti per non vedenti e dalla collaborazione con il progetto di Viaggi Solidali dell’ONG Bambini nel deserto nasce questo progetto di un viaggio alla scoperta della realtà marocchina in cui venissero eliminati tutti gli elementi “scomodi”, le cosiddette barriere architettoniche, in modo tale che un non vedente possa godere degli aspetti magici che un viaggio del genere può offrire. Così il progetto prevedeva la trasformazione dell’Unimog a cellula abitativa per mezzo della quale condurre questo pittoresco viaggio nel deserto e nel cuore di questa particolare regione africana.

 

3. Operation Let’s Build a Goddamn Tesla Museum

Attraversando l’oceano fa sorridere quale sia il progetto che ha raccolto più fondi in assoluto utilizzando la piattaforma statunitense Indiegogo. Siete pronti? Sono stati raccolti la bellezza di un milione e 370mila dollari per la costruzione di un museo dedicato a Nikola Tesla. Il progetto, per esattezza, si intitola Operation Let’s Build a Goddamn Tesla Museum” e nasce per omaggiare uno scienziato non è mai stato celebrato adeguatamente per le sue scoperte. Il progetto constava nella proposta di acquisto del terreno e dello stabile situati a Shoreham, New York, che un tempo furono i laboratori dello stesso Tesla, per trasformarli in un museo dedicato appunto al fisico serbo. Nonostante la particolarità del progetto, il suo fautore è riuscito a raccogliere la cifra prevista per acquistare i terreni, per poter dare avvio a questo brillante progetto culturale.

 

4. Pebble Watch

Il Pebble detiene tuttora il titolo come progetto più riuscito tramite Crowdfunding, con i suoi oltre 10 milioni e 200mila dollari raccolti in un mese per finanziarne il progetto. La piattaforma che con esso detiene questo felice record è Kickstarter. Il Pebble è un orologio di nuovissima generazione: leggerissimo, totalmente personalizzabile con il suo sfondo e-paper, subacqueo, sincronizzabile con i-Phone e dispositivi Android per controllare applicazioni come calendario, email ed sms. Molto più di un semplice orologio, questo gadget al passo con l’era dello smartphone è stato supportato nella sua realizzazione da quasi 69mila backers.

 

Questi progetti ce l’hanno fatta. E voi, cosa aspettate a mostrare al mondo i vostri?

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*