Home » Concorsi Pubblici » Università di Torino: Concorso per Traduttori

Università di Torino: Concorso per Traduttori

Le biblioteche delle grandi università italiane sono un punto di riferimento per tutti gli studenti, i ricercatori e i professori; la loro adeguata fornitura è il fondamento per le attività di ricerca, riflessione e studio di tutti gli atenei nazionali. Per garantire un costante aggiornamento linguistico, l’Università di Torino è alla ricerca di traduttori da molte lingue europee per incarichi di lavoro, finalizzati alla traduzione di testi scritti per le attività di ricerca dell’ateneo.

 

L’Università di Torino è il principale ateneo del capoluogo piemontese e di tutta la regione. Istituita nel 1404 per volontà del primo Duca di Savoia, è tra le più antiche università italiane. Grazie alla riforma di Emanuele Filiberto di Savoia sviluppò una forma moderna e laica, diventando un modello di riferimento per altri atenei quali la Sorbona di Parigi. Nel XIX secolo l’Università di Torino diventò uno dei punti di riferimento del positivismo italiano, mentre nel XX secolo rappresentò uni dei centri dell’antifascismo. Le attività sono suddivise in 55 dipartimento, che comprendono un panorama di circa 200 corsi di laurea, dodici facoltà e cinque scuole speciali.

 

 

Il bando pubblicato dall’Università di Torino è una selezione pubblica per titoli, finalizzata all’inserimento in un elenco di fornitori per figure di traduttori per il conferimento di incarichi di lavoro autonomo, nella forma di prestazione occasionale. I traduttori dovranno svolgere attività di supporto per la traduzione di testi scritti in lingue straniere destinate alla pubblicazione scientifica, alla relazione in convegni scientifici o alla revisione per la presentazione di progetti di ricerca per conto del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione.

 

Le attività di traduzione riguardano le seguenti lingue straniere: inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo. La graduatoria che verrà stipulata alla fine del concorso avrà una validità di due anni. Per partecipare al bando, è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • Possesso della laurea o titolo equipollente;
  • Non aver riportato condanne penali, né avere procedimenti penali in corso che  impediscano la costituzione di rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
  • Non avere un grado di parentela o affinità con un professore, un componente del CdA, il rettore o il direttore generale dell’Università di Torino;
  • Preferibile la conoscenza della lingua straniera come lingua madre, l’esperienza di traduzione nella lingua richiesta o nelle attività di didattiche;
  • Saranno positivamente valutate anche le pubblicazioni in materie affini ai settori scientifici del Dipartimento;

 

I traduttori a cui verranno affidati gli incarichi, sulla base della graduatoria finale, svolgeranno attività come lavoro autonomo, in forma di prestazione occasionale, senza vincoli di subordinazione.  La retribuzione prevede un compenso lordo compreso tra 0,03 € e 0,10 € per parola tradotta più eventuale IVA o oneri dovuti al traduttore, su presentazione di idonea documentazione fiscale.

Compilate tutta la documentazione allegata e recapitatela tramite consegna diretta, posta elettronica certificata o raccomandata postale alla sede dell’ateneo torinese entro il prossimo 29 Agosto 2014.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*