Home » Guide al Lavoro » Quanto si guadagna » Come diventare Tassista e Quanto si Guadagna

Come diventare Tassista e Quanto si Guadagna

Qualunque giovane donna metta piede a Manhattan ha un solo desiderio: indossare un tutù rosa e alzare timidamente il suo braccio destro sporgendosi sul bordo della strada per fermare il taxi, sentendosi anche solo per qualche istante Carrie Bradshaw, la protagonista del celebre telefilm Sex&the City.

tassistaI taxi sono uno dei simboli indiscussi di New York, anche perché fino a qualche decennio fa nel nostro Paese non erano tanto diffusi e nell’immaginario comune dell’italiano medio erano un lusso un po’ esotico che pochi potevano concedersi.

Sicuramente film come Taxi Driver hanno contribuito a rendere ancora più intensa e misteriosa la figura del tassista, caricandola di un fascino particolare, ma si tratta effettivamente di un lavoro piuttosto singolare: non ci sono altri mestieri in cui si entra in contatto ogni giorno, in un ambiente così intimo e ristretto come l’abitacolo di una macchina, con così tante persone che non si conoscono per poche decine di minuti in cui ci si può raccontare di tutto o si può scegliere di non comunicare verbalmente.

 

Sicuramente non è un lavoro per tutti, ci vuole intraprendenza e una buona dose di fegato non può sicuramente mancare, ma il mestiere del tassista può regalare molte soddisfazioni. Per questo abbiamo deciso di proporvi questa piccola guida con qualche suggerimento su come diventare tassista e quanto effettivamente può essere remunerativa questa professione

 

 

Come lavora un tassista?
Il tassista si occupa del trasporto dei clienti da una zona all’altra della città e il tassista può aderire a cooperative di radiotaxi o lavorare in maniera autonoma. Se il tassista fa parte di una cooperativa, quando è in servizio riceverà le chiamate dei clienti che vengono smistate dal call center oppure attenderà nelle apposite piazzole destinate ai taxi. Se lavora invece in modo indipendente non avrà l’agevolazione del call center, quindi dovrà attendere i potenziali clienti in aree strategiche.

 

Quali sono gli “ingredienti” necessari per diventare tassista?
Sicuramente un buon tassista non può non essere un appassionato della guida, anche perché il lavoro si espleta appunto al volante e spesso non nelle migliori condizioni, soprattutto in una grande città dove il rischio di rimanere imbottigliati nel traffico è molto elevato, e deve conoscere a perfezione le strade della città in cui lavora. Un’altra caratteristica fondamentale che non può mancare a un tassista è la predisposizione al rapporto con l’altro: bisogna avere un particolare intuito nel capire con che tipo di passeggero si ha a che fare, se vuole fare conversazione o preferisce fare un viaggio silenzioso. E poi, come per tutti i lavori a stampo imprenditoriale, è necessaria una bella dose di intraprendenza.

 

Come si diventa tassista?
Per diventare tassista è necessario innanzitutto aver compiuto 21 anni e avere la patente di guida di tipo B, dopodiché è necessario conseguire alcuni certificati specifici: il CAP, Certificato di Abilitazione Professionale altrimenti noto come Carta di Qualificazione del Conducente (CQC), che sarebbe un documento abilitativo che si aggiunge alla patente di guida che si ottiene successivamente alla frequenza di un corso e al superamento dell’apposito esame; l’iscrizione al ruolo di conducente per il servizio pubblico non di linea presso la Camera di Commercio della propria Regione, previa il superamento di un test orale e scritto; la licenza per guidare il taxi, che si ottiene dopo essere stati inseriti in un’apposita graduatoria a seguito dell’emanazione di un bando di concorso specifico da parte di un Comune della propria regione

 

Quanto si guadagna?
Il lavoro del tassista, al netto di tutte le difficoltà per arrivare ad ottenere documenti e licenze e delle pericolosità legate allo stare al volante anche in ore del giorno e con condizioni meteo non particolarmente favorevoli, è un mestiere piuttosto redditizio. Il guadagno mensile medio di un tassista in una città medio-grande oscilla tra i 2.000 e i 3.000 euro al mese, anche se in alcuni casi si può arrivare anche a superare i 4.000.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*