Home » Concorsi Pubblici » Borse di Studio per Giornalisti con Repubblica.it

Borse di Studio per Giornalisti con Repubblica.it

Il mondo del giornalismo è fatto di fatiche ma anche di grandi soddisfazioni. Le doti principali per un bravo giornalista sono dunque la perseveranza, unita alla curiosità e a grandi doti di scrittura. Anche voi avete la passione per il giornalismo e ambite ad un posto in una redazione? Allora leggete il bando di concorso di seguito riportato. Uno dei principali quotidiani italiani ossia La Repubblica ha indetto, insieme alla fondazione Formenton, un concorso per l’assegnazione di quattro borse di studio.

 

La Repubblica e la fondazione andranno a conferire le borse di studio ai giornalisti professionist, praticanti e pubblicisti al fine di accrescere òe loro competenze con il lavoro in redazione.

 

 

Se dunque desiderate lavorare per La Repubblica e mettervi alla prova nella vita di redazione allora leggete attentamente le caratteristiche del concorso di seguito riportate. La scadenza per la partecipazione è prevista per il 30 Novembre 2014.

IL CONCORSO:
La Fondazione Mario Formenton è nata con lo scopo di favorire l’inserimento dei giovani nel mondo dell’editoria. Sulla scia dei nobili intenti del suo fondatore è nato questo progetto di assegnazione di 4 borse di studio realizzato con il quotidiano La Repubblica. Le borse di studio avranno il valore globale di di € 14.000,00.-(quattordicimila/00) ciascuna, per lo svolgimento di due stages di specializzazione e perfezionamento per giornalisti (professionisti, praticanti, pubblicisti) e di due stages di formazione, specializzazione e perfezionamento per amministratori di società editoriali presso le sedi delle più importanti imprese e testate giornalistiche.

 

PARTECIPANTI:
il concorso indetto da La Repubblica e dalla fondazione Formenton è rivolto a tutti i cittadini residenti in Italia che (nello spirito di cui sopra), alla data del 31/10/2014 non abbiano raggiunto il 30° anno di età. Come ulteriore requisito si richiede il possesso di diploma di laurea riconosciuto in Italia e conseguito con votazione non inferiore a 100/110 o equivalente e si richiede l’iscrizione negli appositi albi dei giornalisti e pubblicisti e registro dei praticanti o elenco dei giornalisti stranieri. Infine come requisiti ulteriore vi è l’ottima conoscenza di almeno una lingua straniera e, per gli stranieri, della lingua italiana. Sono esclusi dalla partecipazione coloro che abbiano già conseguito borse di studio della F. I. E. G. e/o della F. N. S. I.

 

LO STAGE:
La vittoria e l’assegnazione delle borse di studio comporta un periodo di stage della durata di 9 mesi con l’obbligo di frequenza delle aziende giornalistiche italiane o straniere alle quali i borsisti saranno destinati nel periodo dal 1/05/2015 al 28/02/2016.

 

DOMANDE DI AMMISSIONE:
Le domande di ammissione al Concorso vanno spedite, a pena di nullità, mediante raccomandata con ricevuta di ritorno, alla Fondazione Mario Formenton Segreteria Borse di Studio c/o “Gruppo Espresso”, Via C. Colombo n. 98 – 00147 – Roma, entro e non oltre il 30/11/2014 (farà fede la data del timbro postale). Le domande dovranno essere redatte in carta semplice e dovranno contenere un sintetico CV sulle esperienze e gli interessi del candidato ed indicare: data di nascita; residenza e telefono; laurea, facoltà ed anno di conseguimento, votazione;data di iscrizione all’albo dei giornalisti e dei pubblicisti, al registro dei praticanti o all’elenco dei dei giornalisti stranieri per gli interessati all’indirizzo giornalistico;elenco delle collaborazioni giornalistiche e/o professionali di tipo gestionale in campo editoriale, con indicazione delle testate, emittenti radio-televisive, riviste specializzate e la precisazione della durata e tipo di collaborazione; borse di studio eventuali.

 

PROVE D’ESAME:
I 40 selezionati verranno sottoposti a prove d’esame quali: redazione di un articolo non superiore a 50 righe, prova di sintesi di un lungo articolo di massimo 15 righe, prova di attualità, prova scritta su un tema di carattere editoriale.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*