Home » Economia e Lavoro » Bonus Inps » Arriva la NASpI: Fino a 1.300 Euro al Mese per Disoccupati

Arriva la NASpI: Fino a 1.300 Euro al Mese per Disoccupati

La parola “perdere” è sempre associata a una dimensione negativa: sia che si tratti dello smarrimento di un qualcosa di concreto a noi caro o che si parli di una perdita sul piano umano, non è mai un accadimento piacevole.

Arriva la NASpI: Fino a 1.300 Euro al Mese per DisoccupatiAnche in senso figurato, perdere la testa è un efficacissimo sinonimo di impazzire, cosa che può facilmente accadere in risposta a un’importante perdita, come quella del proprio lavoro.

Fortunatamente, in queste sfortunate circostanze, lo Stato corre in aiuto dei suoi cittadini con misure previdenziali, mirate a fornire sostegno economico a quei lavoratori che, non per loro volontà, si ritrovino improvvisamente senza un’occupazione.

 

Poco tempo fa abbiamo parlato della nuova ASPI, Assicurazione Sociale per l’Impiego, ma con il Jobs Act cambiano di nuovo le carte in tavola: a sostituire le precedenti misure previdenziale rivolte a chi perde la propria occupazione arriva la NASpI, Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego.

 

Leggi la news per quanto riguarda la Nuova Social Card 2015

 

Dal 1 Maggio 2015, la NASpI si rivolgerà a tutti i lavoratori dipendenti con esclusione dei dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni, provvedendo a fornire un sussidio mensile a tutti i lavoratori che abbiano perso involontariamente la propria occupazione. La NASpI sarà erogata mensilmente dall’Inps, per un importo massimo di 1.300 euro al mese e per un tempo massimo di 18 mesi.

 

In particolare, la NASpI sarà riconosciuta ai lavoratori facenti parte delle seguenti categorie:

– lavoratori che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione e che presentino
congiuntamente i seguenti requisiti:

  • siano in stato di disoccupazione
  • possano far valere, nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione, almeno tredici settimane di contribuzione
  • possano far valere diciotto giornate di lavoro effettivo o equivalenti, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione

– lavoratori che hanno rassegnato le dimissioni per giusta causa e nei casi di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro

 

Per avere maggiori informazioni sulla NASpI, è possibile consultare il testo della normativa che riguarda l’attuazione dell’articolo 1 comma 2 della legge 183/2014 sul portale web della Gazzetta Ufficiale.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*