Home » Economia e Lavoro » Bonus Inps » Bonus Inps da 1.300 euro: Come richiedere il Sussidio ANF

Bonus Inps da 1.300 euro: Come richiedere il Sussidio ANF

Parliamo dell’ANF, un sostegno per le famiglie dei lavoratori dipendenti e dei pensionati da lavoro dipendente, i cui nuclei familiari siano composti da più persone e che abbiano redditi inferiori a quelli forniti ogni anno dalla Legge.

Bonus Inps: Come chiedere il Sussidio ANF da 1.300 euro a Famiglia Il sussidio viene dato dall’INPS a seconda delle caratteristiche del nucleo familiare.

In base al nucleo familiare e ai redditi viene calcolato il totale dell’erogazione che arriva fino ad un massimo di 1.300 euro al mese, fino a Luglio 2015.  ISEE non superiore a quello richiesto dalla Legge per la concessione dell’assegno, pari ad Euro 23.200,30 per nuclei familiari con 5 componenti.

 

Vediamo quali sono i requisiti richiesti e come presentare la domanda:

NUCLEO FAMILIARE
Il nucleo familiare per cui spetta l’ANF può essere composto da: il richiedente lavoratore o il titolare della pensione; il coniuge che non sia legalmente ed effettivamente separato, anche se non convivente, o che non abbia abbandonato la famiglia (gli stranieri poligami nel loro paese possono includere nel proprio nucleo familiare solo una moglie); i figli ed equiparati di età inferiore a 18 anni, conviventi o meno; i figli ed equiparati maggiorenni inabili, purché non coniugati, previa autorizzazione.

 

Sono considerati inabili i soggetti che, per difetto fisico o mentale, si trovano nell’assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi a proficuo lavoro; i figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni compiuti ed inferiore ai 21 anni compiuti, purché facenti parte di “nuclei numerosi”, cioè nuclei familiari con almeno 4 figli tutti di età inferiore ai 26 anni, previa autorizzazione; i fratelli, le sorelle del richiedente e i nipoti (collaterali o in linea retta non a carico dell’ascendente), minori o maggiorenni inabili, solo nel caso in cui essi sono orfani di entrambi i genitori, non abbiano conseguito il diritto alla pensione ai superstiti e non siano coniugati, previa autorizzazione; i nipoti in linea retta di età inferiore a 18 anni, viventi a carico dell’ascendente, previa autorizzazione.

 

A CHI E’ RIVOLTO?
L’assegno per il nucleo familiare è erogato a: lavoratori dipendenti; ai lavoratori dipendenti agricoli; lavoratori domestici; lavoratori iscritti alla gestione separata; titolari di pensioni (a carico del fondo pensioni lavoratori dipendenti, fondi speciali ed Enpals); titolari di prestazioni previdenziali e lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto.

 

COME FARE RICHIESTA
La domanda deve essere presentata al Comune di residenza del richiedente e deve essere accompagnata dalla Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) contenente la situazione reddituale e situazione patrimoniale del nucleo familiare per il calcolo dell’Isee. Chi volesse richiedere l’ANF lo deve fare per ogni anno a cui si ha diritto e si deve richiedere al proprio datore di lavoro, se si è lavoratori dipendenti, utilizzando il modello ANF/DIP (SR16) oppure all’Inps nel caso in cui il richiedente sia: addetto ai servizi domestici, 
operaio agricolo dipendente a tempo determinato, 
lavoratore iscritto alla gestione separata.

 

Chi deve richiedere l’ANF all’Inps lo può fare attraverso i servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino munito di PIN attraverso il portale dell’Istituto – servizio di “Invio OnLine di Domande di prestazioni a Sostegno del reddito” oppure attraverso i servizi telematici offerti dai patronati.

Commenti

2 commenti

  1. Come sempre non ci sono mai degli aiuti indirizzati a famiglie che economicamente stanno male o che addirittura non hanno mai avuto un posto fisso, come per esempio un bracciante agricolo, che nonostante non abbia una famiglia numerosa meriterebbe altrettanti aiuti. Come sempre non c’è mai una persona che pensa a loro, lavorare per neanche 40 euro a giornata per quasi 12 ore in campagnia o sotto al sole o sotto la pioggia con neanche un contratto regolare Questa e’ DignitĂ  per VOI? ed aiutate sempre e solo chi vi pare!!!! Complimenti a questa Italia gestita da persone che dovrebbero andare all’inferno!

  2. Speriamo. ..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrĂ  pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*