Home » Offerte di Lavoro » Assunzioni Poste Italiane 2018, Lavoro Portalettere in tutta Italia

Assunzioni Poste Italiane 2018, Lavoro Portalettere in tutta Italia

Chi di noi non ha mai pensato di lavorare nelle poste? Tutti! Perché Poste Italiane S.p.A. è una delle più diffuse e importanti società italiane. Oltre ad occuparsi della gestione, logistica e recapito della nostra posta offre servizi di assicurativi e finanziari ai cittadini, alle imprese e alla pubblica amministrazione.

Lavoro POSTE Italiane 2018, per NeolaureatiNata come  “Poste di Sardegna” , servizio del Regno di Sardegna, con l’unità d’Italia venne indetta la riforma postale e si creò un’unica azienda monopolio dello Stato. Partendo dagli anni ’90  è cominciata la privatizzazione che oggi  ha portato alla trasformazione in società per azioni.

Poste Italiane è  costituita da 5 divisioni :Corrispondenza, Espresso Logistica e Pacchi, Bancoposta, Filatelia, Rete Territoriale).   La rete di distribuzione copre il 100% del territorio italiano con oltre 12.845 uffici e circa 130.000 dipendenti. Ogni anno vengono stimati 3 miliardi di corrispondenza e 100 milioni di pacchi consegnati . Questa società, inoltre, è il più grande operatore sul territorio italiano nel settore dei pagamenti e del digitale , emettendo 25 milioni di carte di pagamento e con 15 milioni di download delle proprie Applicazioni.

 

Poste Italiane, come ogni anno, continuerà le assunzioni di personale anche nel 2016: nel prossimo anno saranno numerose le opportunità di lavoro che l’azienda postale offrirà in tutta Italia, sia per postini/portalettere che per figure amministrative e commerciali.

 

ASSUNZIONI POSTE ITALIANE 2018-2022

Le poste hanno recentemente annunciato il loro Piano strategico-Deliver 2022 descrivendo il riassetto economico dell’Azienda in tutti i settori lavorativi:

  • Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione; in cui sta lanciando un nuovo modello operativo ,che tiene conto di densità e volumi , che prevede consegne pomeridiane e nei weekend e l’inserimento di tecnologie cloud.
  • Pagamenti, Mobile e Digitale; in questo settore si incrementerà il passaggio di pagamento dai metodi tradizionali a quelli digitali.
  • Servizi Finanziari, focalizzando l’attenzione alla crescita e all’erogazione di un servizio migliore per i clienti.
  • Servizi Assicurativi, promuovendo nuovi prodotti .

Gli obiettivi fondamentali saranno quelli di aumentare i ricavi del Gruppo a 11,2 miliardi di euro,  aumentare il risultato operativo che raggiungerà 1,8 miliardi di euro, incrementare l’utile netto  e le attività finanziarie, investire soprattutto sulla digitalizzazione, automazione e riorganizzazione dei servizi.

 

Tutto verrà attuato in 5 anni ed è finalizzato a massimizzare il valore della rete di distribuzione delle Poste, soprattutto in relazione ai nuovi bisogni dei cittadini italiani.

 

Risultati del Piano Deliver: primo trimestre 2018

Nel Business dei pagamenti mobili e digitali poste italiane ha raggiunto degli ottimi risultati, lo testimonia il risultato del primo trimestre fiscale del 2018. I ricavi sono in crescita del 10% per 143 milioni e l’utile netto pari a 485 milioni.

I risultati sono sorprendenti, l’utile netto è superiore al 38% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso con ricavi pari a 2,9 miliardi.

Del Fante ha commentato così i risultati raggiunti:” “Il brillante andamento dei risultati del primo trimestre è frutto del rapido impatto di Deliver 2022, il nostro piano strategico quinquennale costruito sulla base di ipotesi prudenti, con un rischio di esecuzione molto basso. Hanno contributo a questi risultati tutte le aree di business, con un impatto reale chiaramente evidente sia al livello operativo sia al livello di risultato netto. In particolare, la concentrazione di tutto il Gruppo sulla disciplina dei costi, coniugata ad una maggiore attenzione dal lato commerciale, sta già producendo risultati su tutto il business”.

L’aumento è dovuto soprattutto alle carte Poste Pay all’aumento della telefonia fissa mobile, gli utenti digitali sono quasi un milione e mezzo. In particolare Poste Pay Evolution ha registrato un aumento del 38%

 

L’impegno futuro che si intravede tra le righe della nota è quello di fornire soluzioni più innovative e tecnologicamente avanzate rivolte ai cittadini, alle imprese e alle Pubbliche Amministrazioni.

Tutto questo va ad avvalorare maggiormente la possibilità di inserire nuove risorse nell’Azienda, accompagnate da nuove offerte lavorative.

 

Possibilità di lavoro 2018

Poste Italiane è uno principali datori di lavoro nel nostro Paese. La media di età dei propri dipendenti è di circa 50 anni e si prevede che nei prossimi 10 anni circa il 50 % del personale attuale andrà in pensione permettendo l’assunzione di giovani laureati o diplomati.

Con Deliver 2022 le opportunità  lavorative aumenteranno non solo per gli  esperti in ambito finanziario e assicurativo ma anche per giovani talenti  e professionisti qualificati.

Nuove assunzioni e ridistribuzione dei dipendenti renderanno  più competitivo il Gruppo di  Poste Italiane.

Inoltre molti saranno i corsi e le iniziative  rivolti ai lavoratori per incrementare capacità e competenze gestionali e tecniche. Programmi di sviluppo, di gestione delle prestazioni e d’incentivazione  saranno la base degli investimenti sui giovani talenti. Il punto di forza per poter lavorare meglio sarà la formazione.

L’ Amministratore Delegato e Direttore Generale di PI ha dichiarato che saranno  10.000  le assunzioni , distribuite nel quinquennio.

 

Candidatura

I curriculum saranno presi in considerazione soltanto se debitamente registrati nel database di Poste Italiane con la procedura prevista e non se inviati via mail. Vengono utilizzati diversi canali di recruiting in relazione alla tipologia di profilo ricercato. Uno dei più importanti è costituito dal database di Poste Italiane, a cui tutti possono accedere per inserire il proprio curriculum vitae.

 

Requisiti addetti allo smistamento Poste Italiane

  • diploma di scuola media superiore
  • voto di diploma minimo 70/100
  • idoneità alla visita del medico competente (ex D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche)

 

Requisiti portalettere Poste Italiane

  • diploma di scuola media superiore
  • voto di diploma minimo 70/100
  • patente di guida in corso di validità
  • idoneità alla guida del motomezzo aziendale
  • Certificato medico di idoneità generica al lavoro rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria USL/ASL di appartenenza)

 

LINK UTILI – Ecco i link utili per restare sempre aggiornati offerte lavoro Poste Italiane 2018:

  • Il sito = > www.posteitaliane.it/it/lavora_con_noi/entra_nel_gruppo.shtml
  • Poste Italiane “invia il curriculum”: erecruiting.poste.it/new.php
  • Poste Italiane “posizioni aperte”:  erecruiting.poste.it/posizioniAperte.php

 

Il termine ultimo per poter presentare la candidatura è stata fissata per l’11 Settembre 2018

Commenti

7 commenti

  1. la laurea con 100 di voto ci esclude VERGOGNA

  2. Arianna Bencivenga

    Io sono iscritta all’ufficio per le categorie protette dal 2003. Sono in possesso del diploma di tecnico per i servizi turistici con votazione 70/100 conseguito nel lontano 1999. E due lauree una triennale e una specialistica con votazione di 95 su 110 so che non sono grandi voti però mi è capitato spesso di recapitare la posta mandata a. casa mia per sbaglio e ho fatto un po’ di esperienza nel fare la posta in occasione di un tirocinio presso l’unep di Arezzo forse è l’ ora che trovi un lavoro no? Ai posteri l’ardua sentenza.

  3. Scusate ma il certificato di idoneità al lavoro deve essere inserito nella candidatura o inviato in seguito?

  4. Faccio parte delle categorie protette e ho esperienza e preparazione lavorativa da vendere. Ora che mi hanno licenziato ho inviato la domanda anche alle poste italiane ma non ho mai ricevuto risposta……………………………….
    Vorrei sapere che protezione abbiamo………………………………….

  5. Ho vent’anni, sono diplomato da quasi 2 anni e non ho voglia di stare a casa ma bensi’ di trovare un impiego dove poter sfruttare al massimo il mio impegno e le mie capacità.

  6. Ho fatto domanda di assunzione nel 1994-5 non ho ricevuto mai nessuna chiamata visto chi come me sono stati tutti assunti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*