Home » Concorsi Pubblici » Concorso Guardia di Finanza per 55 Allievi Ufficiali

Concorso Guardia di Finanza per 55 Allievi Ufficiali

Il Comando Generale della Guardia di Finanza ha bandito un concorso per l’ammissione di 55 allievi ufficiali nel “ruolo normale” al primo anno del 116° corso dell’Accademia della Guardia di finanza.

Concorso Guardia di Finanza per 55 Allievi UfficialiUna volta verificato il possesso dei requisiti minimi da parte dei candidati, gli stessi dovranno sottoporsi a delle prove concorsuali che consisteranno in: una prova preliminare (test logico-matematici e culturali); una prova scritta di cultura generale; una prova di efficienza fisica; l’accertamento dell’idoneità attitudinale; l’accertamento dell’idoneità psico-fisica; tre prove orali; una prova facoltativa di una lingua straniera; una prova facoltativa di informatica; una visita medica di incorporamento.

 

La Guardia di Finanza è una delle cinque forze di polizia italiane a ordinamento militare, che opera alle dirette dipendenze del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Si tratta di un corpo particolare, per via della sua doppia identità di forza di polizia e di corpo militare, che non è inquadrato logisticamente all’interno del Ministero della Difesa. Oltre alle funzioni di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza, infatti, possiede anche poteri di polizia militare e i poteri speciali ed esclusivi di polizia tributaria. L’attuale comandante generale della Guardia di Finanza è il Gen. Saverio Capolupo.

 

Per essere ammessi all’Accademia della Guardia di Finanza è necessario essere già in possesso del titolo di ispettore o sovrintendente del corpo, con un età inferiore ai ventotto anni, oppure possedere i seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana;
  • Età compresa tra i 17 e 22 anni;
  • Possesso dei diritti civili e politici;
  • Non essere stati destituiti, dispensanti o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione o presso Forze armate e di polizia;
  • Non essere stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, oppure abbiano rinunciato a tale status;
  • Non essere stati dimessi da accademie, scuole o istituto di formazione delle Forze armate e di polizia;
  • Non essere stati imputati né condannati per delitti non colposi;
  • Essere in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria.

 

La domanda di ammissione può essere compilata esclusivamente per via telematica, seguendo la procedura definita nel bando e sulla base delle specifiche definite negli allegati. Inviate tutta la documentazione necessaria per l’ammissione all’anno accademico entro il 15 febbraio 2016.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*