Home » Economia e Lavoro » Bonus INPS Social Card 2017, Modulo e Come richiederla

Bonus INPS Social Card 2017, Modulo e Come richiederla

Dal 2 settembre 2016 si può fare richiesta al comune del sostegno per l’inclusione attiva a favore di famiglie disagiate (SIA), mentre per altre categorie è prevista la social card o carta acquisti. Ma in cosa consistono queste misure e cosa bisogna fare per ottenerle?

Social Card 2017

 

CARTA SIA
Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata.

Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa sostenuto da una rete integrata di interventi, individuati dai servizi sociali dei Comuni, in rete con gli altri servizi del territorio (i centri per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole) e con i soggetti del terzo settore, le parti sociali e tutta la comunità.

 

Il progetto viene costruito insieme al nucleo familiare sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni e coinvolge tutti i componenti, instaurando un patto tra servizi e famiglie che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni.

Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute.

L’obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Pertanto, dal 2 settembre 2016 i cittadini in possesso dei requisiti possono presentare la richiesta per il SIA.

 

La richiesta del beneficio viene presentata da un componente del nucleo familiare al Comune mediante la compilazione di un modulo (predisposto dall’Inps) con il quale, oltre a richiedere il beneficio, si dichiara il possesso di alcuni requisiti necessari per l’accesso al programma. Nella valutazione della domanda, inoltre, si tiene conto delle informazioni già espresse nella Dichiarazione Sostitutiva Unica utilizzata ai fini ISEE.

I Comuni verificano il possesso dei requisiti autocertificati dai richiedenti, tenuto conto dei controlli già effettuati dall’Inps oltre che dai Comuni medesimi nella fase istruttoria.
Dopodiché Poste italiane invia le comunicazioni ai cittadini per il ritiro della Carta SIA.

www.inps.it/portale/default.aspx?NewsId=3348

 

SOCIAL CARD 2017
Per i cittadini che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge è disponibile una Carta Acquisti utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare, sanitaria e il pagamento delle bollette della luce e del gas.

Con la Carta si possono anche avere sconti nei negozi convenzionati che sostengono il programma Carta Acquisti e si potrà accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata.

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età inferiore ai tre anni (in questo caso il Titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti.
L’interessato deve verificare il possesso dei requisiti e le modalità per ottenerla leggendo con attenzione le informazioni relative alla sua fascia di età, oppure andando alle Poste o all’INPS, dove otterrà tutte le informazioni del caso. La Carta Acquisti si può richiedere negli Uffici Postali presentando il modulo di richiesta con la relativa documentazione.

 

Come richiedere la nuova Social Card?

La domanda per la SIA va fatta da uno dei componenti del nucleo familiare, tramite la presentazione del modulo apposito al Comune.

In questo modulo, oltre a richiedere il bonus massimo di 400€, il richiedente dovrà indicare il possesso dei requisiti necessari per presentare la domanda. Bisogna sottolineare però che per richiedere il SIA è bisogna essere in possesso di una Dsu. Infatti, nella valutazione della richiesta non si tiene conto solamente delle informazioni espresse nella domanda, ma anche di quelle indicate nella Dichiarazione Sostitutiva Unica utilizzata ai fini ISEE.

Dopo aver presentato la domanda, il Comune, entro 15 giorni, verificherà il reale possesso dei requisiti e poi invierà la documentazione all’INPS.

A sua volta l’INPS, dopo aver controllato il requisito relativo ai trattamenti economici, entro 10 giorni assegnerà un punteggio relativo alla valutazione del bisogno analizzando la situazione economica e lavorativa dei componenti del nucleo familiare. Per poter usufruire dei contributi offerti dalla SIA è necessario ottenere almeno 45 punti, mentre il punteggio massimo è di 100 punti.

Se siete in possesso dei requisiti richiesti, potete richiedere la nuova SIA facendo la domanda al vostro Comune di appartenenza con questo modulo.

Commenti

1 Commento

  1. Alfredo Catapano

    Salve: Com’e’ possibile, ho fatto domanda per CARD SIA ed mi e’ stata respinta.
    Sono un invalido civile all’80% con una pensione ( assegno ordinario ) di euro 502.00 piu’ ( trattamento famiglia ) di euro 133.00 una minore a carico moglie disoccupata proprietario di un’auto del 2001 ed non avendo nessun altro reddito.
    Potrei avere spiegazione grazie

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*