Home » Concorsi Pubblici » Reggio Emilia, Concorso per insegnanti ed educatori Scuola Infanzia

Reggio Emilia, Concorso per insegnanti ed educatori Scuola Infanzia

Il Comune di Montecchio Emilia, in provincia di Reggio Emilia, ha indetto  una selezione pubblica per colloquio per la formazione di due graduatorie da cui attingere per assunzioni a tempo determinato per “Insegnante” categoria C1, per la scuola comunale infanzia, e “Educatore” categoria C1, per l’asilo nido comunale per i servizi scolastici dell’ente.

Reggio Emilia, Concorso per insegnanti ed educatori Scuola Infanzia

Il bando scade il 10 Novembre 2016.

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
  • compimento del 18° anno di etĂ ;
  • possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

PER INSEGNANTE SCUOLA COMUNALE INFANZIA
– Diploma di scuola magistrale o di istituto magistrale (compreso quello di liceo socio psicopedagogico) conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, o diploma di laurea in scienze della formazione primaria indirizzo scuola dell’infanzia, o titolo di abilitazione valido per l’insegnamento nella scuola materna statale;
– Titoli equipollenti riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’UniversitĂ  e della ricerca

PER EDUCATORE ASILO NIDO
essere in possesso di uno dei titoli di studio elencati:
– diploma di maturitĂ  magistrale;
– diploma di maturitĂ  rilasciato da liceo socio – psico – pedagogico;
– diploma di abilitazione all’insegnamento nelle scuole di grado preparatorio;
– diploma di dirigente di comunitĂ ;
– diploma di tecnico dei servizi sociali e assistente di comunitĂ  infantile;
– operatore servizi sociali e assistente per l’infanzia;
– diploma di liceo delle scienze umane;
– titoli equipollenti, equiparati o riconosciuti ai sensi di legge;
– diploma di laurea in Pedagogia;
– diploma di laurea in scienze dell’educazione;
– diploma di laurea in scienze della formazione primaria;
– diploma di laurea triennale di cui alla classe L19;
– diploma di laurea magistrale di cui alle classi:
– LM 50 programmazione e gestione dei servizi educativi;
– LM 57 scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua;
– LM 85 scienze pedagogiche;
– LM 93 teorie e metodologie dell’e-learning e della media education e altra classe di laurea magistrale equiparata a Scienze dell’educazione “vecchio ordinamento”;
– Diplomi universitari o lauree equipollenti, equiparate o riconosciute ai sensi di legge.

  • Possesso della patente di guida di categoria B;
  • idoneitĂ  fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo professionale;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • essere in regola con le norme concernenti gli obblighi militari;
  • essere immuni da condanne penali o pendenze processuali;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione e
  • non essere dichiarati decaduti da un pubblico impiego;
  • non essere stato espulso dalle forze armate o dai corpi militari organizzati.

La domanda di ammissione deve pervenire con una delle seguenti modalitĂ :

• presentazione diretta presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Montecchio Emilia
• spedizione della domanda sottoscritta a mezzo posta con raccomandata con avviso di ricevimento.
• Spedizione a mezzo di posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: montecchioemilia@cert.provincia.re.it

La selezione prevede un colloquio a contenuto tecnico-professionale con le finalità di valutare le conoscenze tecniche dei candidati. Qualora il numero dei candidati sia elevato la commissione potrà valutare l’opportunità di effettuare in alternativa una prova scritta.
Le materie oggetto delle prove saranno le seguenti:
– I valori educativi che ispirano i progetti pedagogici nei servizi per l’infanzia: l’idea di bambino, la relazione, l’autonomia, i limiti, l’approccio progettuale, l’ambiente, i linguaggi e il territorio.
– I processi di conoscenza: come i servizi socio-educativi promuovono, sostengono e valorizzano i diversi stili di apprendimento, anche in relazione alla dimensione di inclusione interculturale e di handicap.
– Il contesto (spazi, persone, interazioni e relazioni) come elemento fondante del progetto educativo. Il valore dell’osservazione e della documentazione nel lavoro del personale educativo.
– L’accoglienza: il processo di inserimento e ambientamento, la relazione, la socializzazione come valori fondamentali nei servizi 0-6.
-L’organizzazione dei servizi: il personale educativo come gruppo di lavoro (collettivo, ruoli, funzioni, relazioni).
– L’atelier come luogo di ricerca, invenzione e possibilitĂ  per esprimere i “100 linguaggi”
– La partecipazione delle famiglie alla vita del nido e della scuola dell’infanzia: il coinvolgimento, i significati, le potenzialitĂ  e le problematicitĂ  nella relazione con le famiglie.
-Cittadinanza educativa: i servizi educativi, la famiglia e gli enti coinvolti nel processo di rete. Il valore della continuitĂ  educativa verticale (nido – scuola dell’infanzia – scuola primaria) e orizzontale (famiglie/territorio).

Il bando è disponibile sul sito del Comune cliccando qui

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrĂ  pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*