Home » Economia e Lavoro » Bonus Inps » Naspi 2017: nuova indennità di disoccupazione fino a 1300 euro

Naspi 2017: nuova indennità di disoccupazione fino a 1300 euro

Cos’è la Naspi? È la nuova indennità di disoccupazione introdotta dal Jobs Act.

Naspi 2017: nuova indennità di disoccupazione fino a 1300 euroÈ una prestazione economica, istituita dal 1° maggio 2015, in sostituzione all’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI).

È una prestazione a domanda, erogata a favore dei lavoratori dipendenti che hanno perduto involontariamente l’occupazione.

A differenza di quanto prescritto in materia di ASpI che prevedeva al momento della cessazione del rapporto di lavoro che fossero trascorsi almeno due anni dal versamento del primo contributo contro la disoccupazione ­ ai fini del diritto alla NASpI, non è richiesto analogo requisito.

Inoltre sono necessarie almeno tredici settimane di contribuzione contro la disoccupazione nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione. Per contribuzione utile si intende anche quella dovuta ma non versata.

 

Tra questi:

  • gli apprendisti;
  • i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato;
  • il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • i dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche Amministrazioni.

 

Spetta in presenza dei seguenti requisiti:

  • stato di disoccupazione involontario;
  • requisito contributivo;
  • requisito lavorativo.

 

 

Sono necessarie almeno trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.

La NASpI è corrisposta mensilmente per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi quattro anni.

La misura della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni, se questa è pari o inferiore ad un importo stabilito dalla legge e rivalutato annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT (pari ad 1.195,00 euro);

 

al 75% dell’importo stabilito (pari ad € 1.195,00) sommato al 25% della differenza tra la retribuzione media mensile imponibile ed euro 1.195,00 (per l’anno 2015), se la retribuzione media mensile imponibile è superiore al suddetto importo stabilito.

L’importo della prestazione non può comunque superare un limite massimo individuato annualmente per legge (per l’anno 2015 pari ad 1.300,00 euro). All’indennità mensile si applica una riduzione del 3% per ciascun mese, a partire dal primo giorno del quarto mese di fruizione (91° giorno di prestazione).

 

La domanda per il riconoscimento dell’indennità di disoccupazione NASpI deve essere presentata all’INPS, esclusivamente per via telematica entro il termine di decadenza di sessantotto giorni, che decorre: dalla data di cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*