Home » Concorsi Pubblici 2018 » Scuola di Restauro Beni Culturali: Concorso per 25 Diplomati

Scuola di Restauro Beni Culturali: Concorso per 25 Diplomati

La Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro è un centro di formazione di altissimo livello, attraverso nozioni teoriche e pratiche permette di far acquisire agli studenti nuovi saperi.

Questa diffusione avviene in tutto il mondo e riguarda le conoscenze di restauro e  di conservazione dei beni culturali.

Nel 1939 Giulio Carlo Argan e Cesare Brandi istituiscono quello che era “l’Istituto Centrale del restauro”. Si voleva creare quello che è il restauratore “scientifico”, definendolo come figura professionale con competenze specifiche nell’ambito del restauro.

 

La passione e il rigore sono da sempre le caratteristiche principali di questo percorso formativo, che ha finalità di conservare e preservare dai rischi il patrimonio culturale.

I Corsi oggi hanno una durata quinquennale e sono a ciclo unico, l’obiettivo è quello di conferire un’ottima manualità , necessaria per svolgere al meglio questo lavoro. Molte saranno quindi le ore da svolgersi all’interno dei laboratori.

Lezioni, laboratori, applicazione dei casi, teoria e pratica si interfacceranno, portando lo studente a partecipare ad eventi formativi e a confrontarsi concretamente anche con esperienze di ricerca.

Questo percorso potrà svolgersi non solo nella sede di Roma ma anche in quella di Matera, attiva dal 2015. Come tutti gli anni anche quest’anno è stato indetto il concorso pubblico per accedere all’edizione 2018/2019 del corso quinquennale della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’ISCR. La scadenza per poter presentare la domanda è il 22 Giugno 2018.

 

 

Bando Scuola di Alta Formazione e Studio 2018/2019

Sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.36 del 8 Maggio 2018  è stato pubblicato, da parte del Ministero dei beni Culturali, il bando per l’ammissione di 25 Allievi al 69° corso quinquennale  2018/2019 della Scuola di Alta Formazione  e Studio dell’ISCR.

Al termine del percorso formativo sarà possibile conseguire il diploma abilitante alla professione di “Restauratore di beni culturali”, equiparato alla laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02).

I posti saranno suddivisi tra Lazio e Basilicata:

  • n. 15 posti –  Roma;
  • n. 10 posti –  Matera.

I “Percorsi formativi professionalizzanti” saranno 3:

  • “PFP1 :Materiali lapidei e derivati, Superfici decorate dell’architettura” / 5 posti Matera
  • “PFP2: Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno; arredi e strutture  lignee; manufatti e materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti” / 1o posti Roma-5 posti  Matera
  • “PFP4: Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe” / 5 posti Roma

 

Requisiti 

Per poter partecipare al concorso è necessario possedere, al momento della domanda, i seguenti requisiti:

  • diploma quinquennale di istruzione secondaria superiore;
  • cittadinanza italiana o Stato dell’Unione Europea o cittadini di Stati extracomunitari che dimostrino di possedere un titolo equipollente al Diploma;
  • idoneità fisica;
  • assenza di condanne passate in giudicato a pena detentiva superiore a 3 anni.

 

Prove

Le prove da superare saranno le seguenti:

  • prova di conversazione di lingua italia, rivolta solo agli stranieri;
  • prova grafica;
  • test attitudinale a carattere pratico percettivo;
  • colloquio, per dimostrare la conoscenza delle opere d’arte e delle tecniche utilizzate, oltre a quelle delle scienze della natura e della lingua inglese.

Per avere maggiori informazioni in merito vi invitiamo a leggere il bando che si trova nel link sottostante.

 

Come faccio la domanda?

Le domande devono essere fatte secondo il modello presente nella stessa pagina del Bando, indicata nel link sottostante. All’interno di essa oltre a inserire tutte le informazioni generali si deve fare una sola scelta tra i 3 percorsi professionalizzanti.

Il tutto deve essere presentato alla Segreteria SAF dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro – Via di San Michele, 23 – 00153 Roma, entro e non oltre la data di scadenza: 22 Giugno 2018.  Naturalmente si cosiglia di leggere attentamente il bando per poter identificare tutte le modalità di presentazione.

www.iscr.beniculturali.it/pagina.cfm?usz=4&uid=91

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*