Home » Concorsi Pubblici 2018 » Concorso SNA per 148 Allievi Dirigenti della Pubblica Amministrazione

Concorso SNA per 148 Allievi Dirigenti della Pubblica Amministrazione

La Scuola Nazionale dell’Amministrazione, si occupa del settore della formazione, in particolar modo di quella dirigenziale. La sua sede principale è a Roma ed è nata nel 1957.

A farne parte sono docenti altamente formati ed esperti che sono conosciuti nell’ambito nazionale ed internazionale. Molte , inoltre, sono le collaborazioni che vengono fatte insieme alle altre Nazioni.  n particolare sono portate avanti quelle che riguardano la Pubblica Amministrazione  e la sua corretta gestione.

Attualmente è in corso una selezione per l’assunzione di 148 allievi che faranno parte del corso-concorso adibito alla formazione dirigenziale.

Il termine ultimo di presentazione delle domande è stato fissato per il 4 Ottobre 2018.

 

Concorso Allievi Dirigenti SNA

La Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA) ha pubblicato un bando di concorso per l’assunzione di 148 allievi che seguiranno un corso di formazione di tipo dirigenziale, si vogliono in questo modo inserire 123 Dirigenti in vari Enti.

In linea generale i posti sono suddivisi nel seguente modo:

  • n.45 – Agenzia delle entrate;
  • n.12 – Agenzia delle dogane e dei monopoli;
  • n.2 – Agenzia per la coesione territoriale;
  • n.3 – Agenzia industrie difesa;
  • n.10 – Automobile Club d’Italia (ACI);
  • n.3 Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (ANSF);
  • n.4 – Corte dei conti;
  • n.4 – Istituto nazionale assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL);
  • n.1 – Ispettorato nazionale del lavoro (INL);
  • n.1- Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA).
  • n.5 – Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale;
  • n.4- Ministero dell’interno;
  • n.2 – Ministero della giustizia – Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi;
  • n.1 – Ministero della giustizia – ufficio centrale archivi notarili;
  • n.2 -Ministero della difesa;
  • n.7 – Ministero dello sviluppo economico;
  • n.1- Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali;
  • n.1 – Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;
  • n.6 – Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • n.2 – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo;
  • n.6 – Presidenza del Consiglio dei ministri
  • n.1 –  Presidenza del Consiglio dei ministri – ruolo Protezione civile;

 

Requisiti

Per poter partecipare al concorso al momento della compilazione della domanda è necessario possedere i seguenti requisiti:

  •  cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, né destituiti  dall’impiego
  • idoneità fisica alla frequenza del corso-concorso;

Bisogna inoltre avere questi titoli di studio:

  • laurea specialistica o laurea magistrale o vecchio ordinamento, master, dottorati di ricerca o diplomi di Laurea descritti nel bando;
  • essere dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni e avere almeno 5 anni di servizio, svolti in posizioni funzionali.

 

Prove d’esame

Le prove da superare saranno:

Prova preselettiva: se il numero delle domande fosse considerevole;

Prima prova scritta: si dovrà scrivere una relazione basandosi su un dossier, ed essenzialmente si andranno a verificare le capacità giuridiche dei soggetti;

Seconda prova scritta: anche in questo caso verrà richiesto un elaborato, si vogliono verificare le competenze in merito alle politiche pubbliche economiche.

Terza prova scritta: si tratterà della prova per verificare la conoscenza della lingua inglese.

Prova orale: con questa prova si vogliono approfondire gli argomenti trattati nelle prove precedenti e verificare quelle relative alla lingua inglese e all’informatica.

 

Come faccio la domanda?

La domanda deve essere inoltrata entro e non oltre il 4 Ottobre 2018. L’unica modalità ammessa è quella elettronica e , dopo l’iscrizione al concorso pubblico si dovrà stampare la ricevuta. Quest’ultima dovrà essere portata con sè in giorno della prima prova, sia che sia preselettiva che scritta. Per ogni altro ulteriore dettaglio vi rimandiamo al bando di concorso.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*