Home » Concorsi Pubblici 2018 » INPS Itaca 2019/2020: bando per 1500 percorsi di studio all’estero

INPS Itaca 2019/2020: bando per 1500 percorsi di studio all’estero

L’INPS ha pubblicato il bando per la nuova edizione del Programma ITACA, finalizzato all’assegnazione borse di studio per soggiorni scolastici all’estero.

Bando ITACA 2017Sono disponibili ben 1500 contributi economici a favore di studenti che intendono effettuare un’esperienza internazionale di studio nell’anno scolastico 2019 – 2020. Le sovvenzioni hanno un importo variabile in base alla durata e alla sede di riferimento, fino ad un massimo di 15mila euro. Per partecipare al bando ITACA per le borse di studio INPS c’è tempo dal 16 ottobre al 20 Novembre.

E’ stato indetto il bando ITACA per l’a.s. 2019 – 2020 da parte dell’Inps per assegnare borse di studio per soggiorni scolastici all’estero. Si parla di contributi variabili in base alla durata del soggiorno e la sede ma fino ad un max di 15mila euro. A poter partecipare al bando Inps sono gli studenti delle scuole superiori che avranno modo di frequentare un periodo di studio all’estero, da minimo 3 mesi ad un massimo di 1 anno, sia nei paesi UE che extra UE. Le borse di studio sono così suddivise:

– n. 710 borse di studio per soggiorni di durata pari all’intero anno scolastico, di cui:

  • n. 330 per studiare in Paesi dell’UE – importo 12.000 Euro;
  • n. 380 per studiare in Paesi extra europei – importo 15.000 Euro;

– n. 560 borse di studio per soggiorni di durata pari ad un semestre (6 mesi), di cui:

  • n. 250 per studiare in Paesi dell’UE – importo 9.000 Euro;
  • n. 310 per studiare in Paesi extra europei – importo 12.000 Euro;

– n. 230 borse di studio per soggiorni di durata pari ad un trimestre (3 mesi), di cui:

  • n. 100 per studiare in Paesi dell’UE – importo 6.000 Euro;
  • n. 130 per studiare in Paesi extra europei – importo 9.000 Euro.

 

Il  bando di concorso è finalizzato ad offrire a studenti della scuola secondaria di secondo grado un percorso di mobilità 5internazionale, di crescita umana, sociale e culturale, attraverso la frequenza di un intero anno scolastico, o parte di esso, presso scuole straniere, localizzate all’estero. L’Inps, in particolare, eroga, in favore dell’avente diritto, una borsa di studio a totale o parziale copertura del costo di un soggiorno scolastico all’estero, organizzato e fornito da un unico soggetto terzo che garantisca il supporto per l’acquisizione, presso la scuola straniera e quella italiana, della documentazione necessaria per il riconoscimento del periodo di studi trascorso all’estero, secondo le vigenti disposizioni legislative e ministeriali.

I soggiorni scolastici predetti devono comprendere almeno le spese di alloggio presso famiglie, college o residenze scolastiche, le spese per eventuali visti di ingresso, le spese del viaggio internazionale di andata e ritorno e di trasferimento dall’aeroporto di arrivo al luogo di destinazione, comprese le tasse aeroportuali, le spese di vitto durante tutto il soggiorno, comprese le festività brevi (feste nazionali relative al Paese ospitante, escluse quelle pasquali e natalizie) ed il costo dell’eventuale servizio di mensa scolastica, l’onere relativo al trasporto pubblico locale per tutta la durata del soggiorno, ove necessario a coprire il tragitto dalla struttura ospitante (famiglia/college/residenza scolastica) alla scuola frequentata, e le coperture assicurative indicate all’art. 8, comma 1.

 

L’importo massimo di ciascuna borsa di studio è pari a:

€ 12.000,00 (Europa) e € 15.000,00 (Paesi extra europei) per le borse di studio erogate per un programma di durata pari all’anno scolastico 2019/2020
€ 9.000,00 (Europa) e € 12.000,00 (Paesi extra europei) per le borse di studio erogate per un programma di durata pari a un semestre dell’anno scolastico 2019/2020
€ 6.000,00 (Europa) e € 9.000,00 (Paesi extra europei) per le borse di studio erogate per un programma di durata pari ad un trimestre dell’anno scolastico 2019/2020

 

Le candidature possono essere inviate tra il 16 ottobre e il 20 Novembre 2018. Entro il 15 gennaio 2019 saranno pubblicate le graduatorie provvisorie, si terrà conto anche della media dei voti e del valore indicatore ISEE 2018 della famiglia.  Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dedicato con le modalità invio della domanda.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*