Home » Concorsi Pubblici 2019 » Scuola, bando per Concorso straordinario infanzia e primaria

Scuola, bando per Concorso straordinario infanzia e primaria

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha indetto il concorso straordinario, per titoli ed esami, per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente per la scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno, tramite bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
concorso scuola 2018

Il Miur ha avviato inoltre la procedura per un concorso ordinario da 10 mila posti. Il concorso ordinario, per il quale il MIUR ha presentato richiesta al MEF, prevede un contingente complessivo di 10.183 posti: 5.626 comuni e 4.557 di sostegno.

Il concorso per il reclutamento a tempo indeterminato di docenti per la scuola dell’infanzie e primaria porterà alla formazione di graduatorie di merito straordinarie su base regionale. Requisiti essenziali è essere in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento e dell’ulteriore requisito di due annualità di servizio nel corso degli ultimi otto anni scolastici, nonché, per i relativi posti, del titolo di specializzazione all’insegnamento di sostegno per i medesimi gradi di istruzione. Il concorso si articola nella prova orale e nella successiva valutazione dei titoli.

Le domande di partecipazione al bando potranno essere presentate entro il 12 dicembre 2018. I candidati possono presentare istanza di partecipazione, in un’unica regione per una o più delle procedure concorsuali per le quali posseggano i requisiti, esclusivamente a mezzo delle apposite funzioni rese disponibili nel sistema informativo del Ministero, attraverso il sistema Polis.

“Con il concorso bandito oggi abbiamo mantenuto gli impegni presi con il decreto dignità e sbloccato una situazione che ha tenuto sospesi per mesi migliaia di insegnanti italiani – dichiara il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti -. Insieme all’uscita del bando per il concorso straordinario abbiamo inviato al Ministero dell’Economia e delle Finanze la richiesta formale per far partire il concorso ordinario, sempre per la scuola dell’infanzia e primaria. Vogliamo dare – conclude Bussetti – risposte precise agli insegnanti, anche ai più giovani, che attendono di poter entrare in ruolo e alle esigenze degli istituti e delle comunità scolastiche”.

 

Concorso Scuola Infanzia e primaria

 

Requisiti di ammissione

a) titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della
normativa vigente, purché i docenti in possesso dei predetti titoli abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici, presso le istituzioni scolastiche statali, almeno due annualità di servizio specifico rispettivamente sulla scuola dell’infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno.

b) diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e
riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002, purché i docenti in possesso dei predetti titoli abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici, presso le istituzioni scolastiche statali almeno due annualità di servizio specifico rispettivamente sulla scuola dell’infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno.

c) per le procedure per i posti di sostegno su infanzia e primaria, oltre al possesso di uno dei titoli di cui alle lettere a) e b), è richiesto il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto inItalia ai sensi della normativa vigente.

Il bando disciplina gli ulteriori requisiti generali di ammissione al concorso.

La procedura concorsuale prevede lo svolgimento di una prova orale di natura didattico-metodologica. Per ogni altra informazione che possa essere utile al fine di poter partecipare si rinvia al sito della Gazzetta Ufficiale per leggere il bando completo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*