Home » Concorsi Pubblici 2019 » Concorso Regione Sicilia per 11 consiglieri parlamentari

Concorso Regione Sicilia per 11 consiglieri parlamentari

L’Assemblea Regionale Siciliana (ARS) dal 1947 è l’organo legislativo della Regione siciliana, come previsto dal suo statuto speciale. In virtù del suo particolare stato legislativo e storico, è l’unica assemblea regionale all’interno dello Stato Italiano i cui componenti sono definiti deputati.

concorso ars sicilia

Si tratta della prima assemblea legislativa elettiva regionale riunitasi in Italia dopo la fine della seconda guerra mondiale. L’assemblea ha la sua sede nell’antico palazzo reale, Palazzo dei Normanni a Palermo, sorto nell’XI secolo con la conquista normanna della Sicilia e oggetto di diversi interventi di ampliamento e risistemazione. Il palazzo ha ospitato i sovrani di Sicilia, compreso Federico II di Svevia e, successivamente i viceré di Spagna.

L’Assemblea regionale siciliana assumerà, tramite concorso pubblico, 11 nuovi consiglieri parlamentari  che verranno inseriti nella sede di Palazzo dei Normanni a Palermo.

L’Ars, infatti, ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, a undici posti di Consigliere parlamentare di professionalità generale di prima fascia, nel ruolo del personale della carriera dei Consiglieri parlamentari dell’Assemblea regionale siciliana.

Lo stato giuridico ed il trattamento economico sono stabiliti da Testo Unico delle norme regolamentari del’Amministrazione riguardanti il personale dell’Assemblea regionale siciliana e delle deliberazioni del Consiglio di presidenza vigenti in materia. Inoltre è stabilita la riserva di un posto per i dipendenti delle carriere degli stenografi e dei segretari parlamentari che risultano idonee nella graduatoria di merito.

 

Concorso Regione Sicilia Consiglieri Parlamentari

Requisiti

Per l’ammissione al concorso è necessario che i candidati siano

  • cittadini italiani;
  • età non inferiore ad anni 18 e non superiore al compimento di 41 anni;
  • siano in possesso di uno dei seguenti titoli di studio conseguito con una votazione almeno pari a 105/110 o equivalente:
    – diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, scienze statistiche ed attuariali;
  • abbiano idoneità fisica all’impiego;
  • abbiano l’esercizio dei diritti civili e politici.

La domanda deve essere prodotta per via telematica, compilando l’apposito modulo disponibile nella sezione concorsi del sito dell’Assemblea regionale siciliana entro la data del 17 dicembre 2018.

Le prove di esame sono articolate in quattro prove scritte (tema di diritto amministrativo, tema di diritto costituzionale anche con riferimento al diritto parlamentare e all’ordinamento regionale, tema di contabilità di Stato e degli enti pubblici, tema di storia d’Italia dal 1860 ad oggi, anche con riferimento alla storia della Sicilia) e in prove orali e tecniche (diritto costituzionale, diritto regionale, parlamentare, amministrativo e diritto degli enti locali, diritto comunitario, contabilità di Stato e degli enti pubblici, diritto civile, politica economica, storia d’Italia dal 1860 ad oggi, anche con riferimento alla storia della Sicilia, lettura e traduzione di un breve testo scritto nella lingua prescelta, che costituisce la base per le successive domande e per una conversazione in lingua); accertamento delle capacità di utilizzo del pc.

 

Per leggere attentamente il bando in tutti i suoi articoli si rimanda alla pagina dei concorsi dell’Ars.

concorsi.ars.sicilia.it/

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*