Home » Concorsi Pubblici 2019 » Concorso Comune Rimini per 20 Funzionari e Vigili

Concorso Comune Rimini per 20 Funzionari e Vigili

Rimini è il principale, nonché più popoloso, centro della Riviera romagnola, la seconda città per numero di abitanti (dopo Ravenna) di tutta la Romagna.

concorso comune rimini

Località di soggiorno estivo di fama internazionale si estende per 15 km lungo la costa del mare Adriatico, vanta una lunga tradizione turistica, fu infatti sulla spiaggia di Rimini che nel 1843 venne inaugurato il primo stabilimento balneare in Italia.

Rimini è turismo ma anche cultura: il Tempio Malatestiano, nella zona sud della città, è la ricostruzione quattrocentesca di un’antica chiesa francescana in cui è sepolto Sigismondo Pandolfo Malatesta, un nobile del luogo. La corte dei Malatesta è stata una delle più vivaci dell’epoca, ospitando artisti del calibro di Leon Battista Alberti, Piero della Francesca, Roberto Valturio, Matteo de’ Pasti e producendo opere quali che fece realizzare due tra le testimonianze più alte del Rinascimento italiano: il già citato il Tempio Malatestiano, e Castel Sismondo, la sola opera ossidionale superstite di Filippo Brunelleschi, una fortezza medievale edificata dai Malatesta, ora sede di eventi culturali.

La sede del Municipio a Rimini si trova in via Cavour 27.
Il Comune di Rimini ha indetto diversi concorsi per un totale di 20 assunzioni tra polizia municipale e funzionari del Comune.

 

Concorsi Comune Rimini

In particolare di tratta di tre bandi. Un bando è relativo al concorso pubblico per esami finalizzato all’assunzione con contratto di formazione e lavoro della durata di mesi 12, a tempo determinato e pieno di 8 unità con profilo professionale di agente di polizia locale, categoria “C” (posizione economica C1). Il contratto di formazione lavoro è un particolare tipo di contratto di lavoro a termine, connesso e coordinato con un progetto formativo mirato a far acquisire al lavoratore una specifica professionalità, stipulato per agevolare l’inserimento professionale dei/delle giovani assunti/e, al termine del quale è possibile l’assunzione a tempo indeterminato.

Possono partecipare al concorso coloro che risultano in possesso dei seguenti requisiti generali d’accesso:

    • sono in possesso della cittadinanza italiana;
    • non sono stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
    • non sono stati licenziati da un precedente pubblico impiego, ovvero destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
    • non sono stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego.

Oltre ai requisiti generali di cui al comma precedente è, inoltre, necessario che il candidato risulti in possesso dei seguenti requisiti specifici:

    • abbia un’età compresa tra 18 e 32 anni non compiuti alla data di stipula del contratto individuale di lavoro;
    • sia in possesso del diploma di maturità;
    • sia in possesso della patente di guida di cat. B o superiore;
    • sia in possesso di:  patente di guida di cat. A senza limitazioni oppure patente di guida di cat. A2 senza limitazioni conseguita fino al 18/01/2013 oppure patente di guida di cat. A2 conseguita in epoca successiva al 19/01/2013, seguita da una prova pratica di guida su veicolo specifico al termine della quale è stata rilasciata la patente di cat. A oppure impegno, in caso di assunzione, a conseguire la patente richiesta entro il termine perentorio ed inderogabile di mesi 11 dall’assunzione con contratto di formazione e lavoro;
    • sia in possesso dei requisiti fisico-funzionali;
    • analogamente, la condizione di disabile di cui all’art. 1 della L. 68/99 è causa di inidoneità;
    • sia in possesso dell’idoneità psico/attitudinale prevista per l’accesso alla figura professionale di agente di Polizia Locale;
    • abbia una conoscenza di base della lingua inglese e dell’informatica;
    • non sia stato ammesso a prestare servizio civile quale “obiettore di coscienza” ;
    • sia disponibile incondizionatamente a prestare servizio armato e a condurre i veicoli in dotazione al Corpo di Polizia Locale e ad usare le attrezzature in dotazione al Corpo;
    • sia in possesso dei requisiti previsti dalla legge 65/86, art. 5, comma 2 per il conferimento della qualifica di agente di pubblica sicurezza.

 

I concorrenti saranno sottoposti alle seguenti prove d’esame: a) prova scritta teorica, consistente in domande a risposta chiusa (quiz); b) prova scritta teorica, consistente in una o più domande a risposta aperta; c) prova di abilità fisica c) prova orale.

Le prove d’esame scritte o orali avranno ad oggetto le seguenti materie: Normativa nazionale e regionale relativa alla polizia locale; Legislazione in materia di sicurezza urbana; Legge 24 novembre 1981, n. 689; Diritto costituzionale e amministrativo; Norme sul procedimento amministrativo e diritto d’accesso;  Disciplina in materia di trattamento dei dati personali; Norme in materia di pubblicità e trasparenza; Principi di diritto civile e penale;  Diritti, doveri e responsabilità del pubblico dipendente; Testo unico enti locali (TUEL); Diritto penale – con particolare riguardo ai delitti contro la pubblica amministrazione, la fede pubblica e contro la persona – e procedura penale, con particolare riguardo alle funzioni e all’attività della polizia giudiziaria; – Norme e regolamenti in materia di disciplina della circolazione stradale e norme complementari; Infortunistica stradale; Leggi di Pubblica Sicurezza (TULPS); Normativa nazionale e regionale in materia di igiene, tutela ambientale ed edilizia; Disciplina del commercio e delle attività produttive.

Il comune ha altresì indetto il concorso per la copertura a tempo indeterminato e pieno, di 10 posti di addetto al coordinamento e controllo- ispettore di polizia locale – cat. “D” (posizione economica D1). Il profilo professionale di Addetto al Coordinamento e Controllo – Ispettore di Polizia Locale, cura l’organizzazione ed il coordinamento del personale affidato creando per esso le migliori condizioni operative possibili e accertando la corretta esecuzione dei servizi alle direttive ed alle istruzioni impartite.

Possono partecipare al concorso coloro che risultano in possesso dei seguenti requisiti generali d’accesso:

    • cittadinanza italiana;
    • età non inferiore agli anni 18 e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo d’ufficio (attualmente anni 66 e 7 mesi);
    • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
    • non essere stati licenziati da un precedente pubblico impiego, ovvero destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
    • non essere stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego;
    • non aver riportato condanne penali ;
    • non essere inadempienti rispetto agli obblighi di leva.

Oltre ai requisiti generali di cui al comma precedente è, inoltre, necessario che ogni candidato risulti in possesso dei seguenti requisiti specifici:

    • Diploma di Laurea (vecchio ordinamento) in Giurisprudenza oppure in Scienze Politiche o Laurea Specialistica o Laurea Magistrale equiparate o equipollenti per legge oppure Diplomi di Laurea triennale afferenti alle classi di Laurea suddette;
    • sia in possesso della patente di guida di cat. B o superiore; c. sia in possesso di: patente di guida di cat. A senza limitazioni oppure patente di guida di cat. A2 senza limitazioni conseguita fino al 18/01/2013 oppure patente di guida di cat. A2 conseguita in epoca successiva al 19/01/2013, seguita da una prova pratica di guida su veicolo specifico al termine della quale è stata rilasciata la patente di cat. A.
    • sia in possesso dei requisiti fisico-funzionali ;
    • analogamente, la condizione di disabile di cui all’art. 1 della L. 68/99 è causa di inidoneità;
    • sia in possesso dell’idoneità psico/attitudinale prevista per l’accesso alla figura professionale di Addetto al Coordinamento e Controllo categoria contrattuale “D”;
    • abbia una conoscenza di base della lingua inglese e dell’informatica;
    • non sia stato ammesso a prestare servizio civile quale “obiettore di coscienza”
    • sia disponibile incondizionatamente a prestare servizio armato e a condurre i veicoli in dotazione al Corpo di Polizia Locale e ad usare le attrezzature in dotazione al Corpo;
    • sia in possesso dei requisiti previsti dalla legge 65/86, art. 5, comma 2 per il conferimento della qualifica di agente di pubblica sicurezza.

 

 

Le prove d’esame avranno ad oggetto le seguenti materie: Diritto costituzionale e amministrativo; Legge 689/1981 e ss. mm. ii; Contabilità degli Enti Locali; Disciplina in materia di trattamento dei dati personali con particolare riferimento ai sistemi di videosorveglianza; Le diverse forme di accesso atti; Principi di diritto civile e penale; Norme per l’igiene e la sicurezza del lavoro; Diritti, doveri e responsabilità del pubblico dipendente; Testo unico enti locali (TUEL); Normativa nazionale e regionale relativa alla polizia locale; Legislazione in materia di sicurezza urbana; Diritto penale – con particolare riguardo ai delitti contro la pubblica amministrazione, la fede pubblica e contro la persona – e procedura penale, con particolare riguardo alle funzioni e all’attività della polizia giudiziaria; Disposizioni legislative e regolamentari in materia di disciplina della circolazione stradale e norme complementari; Infortunistica stradale; Leggi di Pubblica Sicurezza (TULPS); Normativa nazionale e regionale in materia di igiene, tutela ambientale ed edilizia.

Inoltre è stato indetto un un concorso pubblico per esami, per la copertura a tempo indeterminato e pieno, di 2 posti di istruttore direttivo informatico – cat. “D” (posizione economica D1) . Oltre ai requisiti generali di cui al comma precedente è, inoltre, necessario che il candidato risulti in possesso dei seguenti requisiti specifici: Laurea triennale Oppure Diploma di Laurea vecchio ordinamento o specialistica o magistrale e Conoscenza della lingua inglese.

Per partecipare alle suddette selezioni candidati dovranno compilare e inviare la domanda di ammissione per via telematica, entro il 20 dicembre 2018, utilizzando l’applicazione informatica accessibile sul sito dell’Ente. Per leggere tutti e tre i bandi si rimanda alla pagina concorsi del Comune di Rimini

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*