Home » Concorsi Pubblici 2019 » Concorso Banca d’Italia per 6 avvocati

Concorso Banca d’Italia per 6 avvocati

La Banca d’Italia è la banca centrale della Repubblica Italiana, parte integrante dal 1998 del sistema europeo delle banche centrali. L’Amministrazione centrale della Banca d’Italia, sita in Roma, è articolata in otto Dipartimenti e 36 Servizi. Ogni Servizio è a sua volta suddiviso in Divisioni e/o Uffici.
concorso banca d'italia

La maggior parte delle strutture dell’Amministrazione centrale si trova nel centro di Roma, spesso in palazzi di grande prestigio. Il governatore, ad esempio, ha i suoi uffici in via Nazionale, a palazzo Koch.
Circa la metà del personale della Banca d’Italia è assegnato all’Amministrazione centrale.

Nell’affrontare questioni legali e per sviluppare la ricerca su materie giuridiche, la Banca d’Italia si avvale di avvocati selezionati attraverso concorsi pubblici, iscritti nell’elenco speciale annesso all’albo professionale.

Tra i loro compiti rientra l’attività contenziosa esercitata in sede civile e amministrativa. In sede penale l’attività riguarda principalmente la costituzione di parte civile nei giudizi concernenti reati lesivi di beni la cui tutela è affidata all’Istituto. La Consulenza legale svolge attività di supporto alle diverse funzioni della Banca fornendo pareri, partecipando a gruppi di lavoro, garantendo assistenza nell’ambito delle procedure sanzionatorie di competenza dell’Istituto o per eventuali denunce di reato all’Autorità giudiziaria, oltre che per le verifiche di legittimità sulle procedure di spesa. Avvocati della Consulenza legale partecipano a gruppi di lavoro sia con altre strutture della Pubblica amministrazione sia presso la BCE e le istituzioni dell’Unione europea. Nell’ambito dell’attività di ricerca giuridica, il Servizio cura la pubblicazione dei Quaderni di ricerca giuridica.

La Banca d’Italia ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di sei avvocati da inquadrare nel segmento professionale di avvocato – ruolo legale.

 

 

Concorso Avvocati Banca d’Italia

Sono richiesti i seguenti requisiti:

  • Laurea magistrale/specialistica in giurisprudenza, conseguita con un punteggio di almeno 105/110, ovvero diploma di laurea di «vecchio ordinamento» in giurisprudenza, conseguito con un punteggio di almeno 105/110.

È altresì consentita la partecipazione ai possessori di titoli di studio conseguiti all’estero o di titoli esteri conseguiti in Italia con votazione corrispondente ad almeno 105/110, riconosciuti equivalenti, secondo la vigente normativa, a uno dei titoli sopraindicati ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.

  • Iscrizione a uno degli albi degli avvocati istituiti in Italia presso i relativi Consigli dell’Ordine ovvero titolo a detta iscrizione.
  • Cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione europea ovvero altra cittadinanza secondo quanto previsto dall’art. 38 del decreto legislativo n. 165/2001.
  •  Idoneità fisica alle mansioni.
  • Godimento dei diritti civili e politici, anche nello Stato di appartenenza o di provenienza.
  • Non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da svolgere nell’Istituto.

 

 

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata entro il termine perentorio del 21 dicembre 2018, utilizzando esclusivamente l’applicazione disponibile sul sito internet della Banca d’Italia all’indirizzo www.bancaditalia.it seguendo le indicazioni specificate.

Le prove d’esame si svolgeranno a Roma e consisteranno in tre prove scritte in materie giuridiche, una prova scritta di lingua inglese e una prova orale.

Le prove scritte in materie giuridiche consistono nella redazione di: un parere motivato in materia di diritto commerciale; un atto defensionale in materia di diritto civile e diritto processuale civile; un parere motivato o un atto defensionale, a discrezione della Commissione, in materia di diritto amministrativo sostanziale e processuale. Per lo svolgimento delle suddette prove scritte viene consentita la consultazione unicamente di testi normativi non commentati né annotati esclusivamente in forma cartacea. I concorrenti che superano le prove scritte in materie giuridiche vengono ammessi a sostenere la prova scritta di lingua inglese e la prova orale.

Per maggiori informazioni e per candidarsi si rimanda alla pagina del Concorso ne sito della Banca d’Italia cliccando qui

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*