Home » Concorsi Pubblici 2019 » Concorso Pubblico Corte dei Conti per 24 informatici

Concorso Pubblico Corte dei Conti per 24 informatici

In ogni ordinamento democratico è previsto che la gestione delle risorse pubbliche sia sottoposta ad un controllo il cui scopo è quello di “perseguire l’utilizzo appropriato ed efficace dei fondi pubblici, la ricerca di una gestione finanziaria rigorosa, la regolarità dell’azione amministrativa e l’informazione dei poteri pubblici e della popolazione tramite la pubblicazione di relazioni obiettive”.

concorso corte dei conti

Nell’ordinamento italiano questa funzione fondamentale è attribuita alla Corte dei conti.

Con la legge 14 agosto 1862, n. 800, fu istituita la Corte dei conti del Regno d’Italia.

Nell’architettura costituzionale la Corte è inserita sia tra gli organi di garanzia della legalità e del buon andamento dell’azione amministrativa e di tutela degli equilibri di finanza pubblica (art. 100, secondo comma) sia tra gli organi giurisdizionali (art. 103, secondo comma).

Nell’esercizio delle funzioni di controllo, è organo neutrale, autonomo ed indipendente sia rispetto al Governo che al Parlamento, e, nell’esercizio delle funzioni giurisdizionali, fa parte a tutti gli effetti dell’ordine giudiziario.

 

Concorso Corte dei Conti Informatici

Il Consiglio di Stato, il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione siciliana e i Tribunali amministrativi regionali sono gli organi della Giustizia amministrativa italiana.
II Tribunali amministrativi giudicano in primo grado; il Consiglio di Stato e il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione siciliana in grado di appello.

L’Avvocatura dello Stato, istituita con il regio decreto 30 ottobre 1933 n. 1611, è l’organo legale dello Stato al quale sono assegnati compiti di consulenza giuridica e di difesa delle Amministrazioni Statali in tutti i giudizi civili, penali, amministrativi, arbitrali, comunitari e internazionali.

Proprio facendo riferimento ai tre organi succitati, è stato indetto un concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di complessive 24 unità di personale informatico da inquadrare nell’area funzionale terza – fascia retributiva F1 – da destinare alle esigenze funzionali degli uffici centrali e periferici della Corte dei conti, della Giustizia amministrativa e dell’Avvocatura dello Stato.

I posti a concorso sono ripartiti come segue: 5 posti presso la Corte dei conti; 17 posti presso la Giustizia amministrativa; 2 posti presso l’Avvocatura dello Stato. 3. Il 20% per cento dei posti a concorso previsti rispettivamente, per la Corte dei conti e per la Giustizia amministrativa è riservato al personale di ruolo delle predette Amministrazioni in possesso dei requisiti. Si applica altresì la riserva in favore del personale militare.

 

Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • godimento dei diritti politici;
  • laurea in Data Science, ovvero il possesso di uno dei titoli afferenti alle seguenti classi di laurea:

– laurea magistrale in Fisica;

– laurea magistrale in Informatica;

– laurea magistrale in Ingegneria informatica;

– laurea magistrale in Matematica;

– laurea magistrale in Metodologie Informatiche per le Discipline Umanistiche;

– laurea magistrale in Modellistica;

– Matematico-Fisica per l’Ingegneria;

– laurea magistrale in Sicurezza Informatica;

– laurea magistrale in Scienze Statistiche;

– laurea magistrale in Scienze Statistiche Attuariali e Finanziarie;

– laurea magistrale in Tecniche e Metodi per la Società dell’Informazione;

– laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni;

– laurea magistrale in Ingegneria Elettronica;

– laurea magistrale in Ingegneria Gestionale;

– laurea di 1° livello in Ingegneria dell’informazione;

– laurea di 1° livello in Scienze e Tecnologie Fisiche;

– laurea di 1° livello in Scienze e Tecnologie Informatiche;

– laurea di 1° livello in Scienze matematiche;

– laurea di 1° livello in L-41 Statistica;

– diploma di laurea del vecchio ordinamento equiparato alle nuove classi delle lauree specialistiche e magistrali secondo il relativo decreto interministeriale;

  • idoneità alla mansione da svolgere;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo.

 

 

Non sono ammessi al concorso coloro che: a) siano esclusi dall’elettorato attivo politico; b) siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione .

La domanda di partecipazione deve pervenire entro il 30 dicembre 2018. Per la presentazione della domanda i candidati devono essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata personalmente intestato al candidato e devono registrarsi al Portale concorsi della Corte dei conti, presente sul sito istituzionale,  e seguire la procedura indicata.

Gli esami consistono in due prove scritte e in una prova orale, eventualmente precedute da una preselezione. Le due prove scritte, di cui almeno una teorico-pratica riguardano le seguenti aree di conoscenza: metodi di analisi, presentazione e previsione delle tendenze fondamentali individuabili in grandi flussi di dati (Big Data), con particolare riferimento agli strumenti software necessari all’elaborazione; metodologie e strumenti di Project Management, con particolare riferimento alla data science; sicurezza dei dati con particolare riferimento alla Data Privacy; semantica ed ontologie per la gestione delle informazioni; Machine Learning e servizi cognitivi; Text Mining, Natural Language Processing; tecniche statistiche a supporto del Data Science; cenni di architetture di reti e dei sistemi di comunicazione con particolare riferimento al cloud computing e alle connesse tematiche di sicurezza; analisi e progettazione di sistemi informatici con particolare riferimento a sistemi distribuiti, sistemi di Data Mining e Business Intelligence, sistemi web; tecniche e metodi di dematerializzazione e digitalizzazione dei processi di 10 business.

 

La prova orale verte, oltre che sulle materie oggetto delle due prove scritte, anche su: ordinamento della Corte dei conti, della Giustizia amministrativa e dell’Avvocatura dello Stato; elementi di diritto pubblico e amministrativo; norme in materia di amministrazione digitale, e-government e dematerializzazione; disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione; lingua inglese.

Per maggiori informazioni e per leggere attentamente il bando si rimanda al sito della Corte dei Conti cliccando qui

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*