Home » Concorsi Pubblici 2019 » Arma Carabinieri: Concorso per 536 Allievi Marescialli

Arma Carabinieri: Concorso per 536 Allievi Marescialli

L’Arma dei Carabinieri è una delle forze di polizia italiane, con competenza generale e in servizio permanente di pubblica sicurezza.

concorso arma carabinieri

Nel clima della Restaurazione, Vittorio Emanuele I di Savoia, emanò la legge reale del 13 luglio 1814  con la quale fu istituito il Corpo dei Carabinieri Reali, unità militare con compiti di polizia.

Fino all’anno 2000 l’Arma dei Carabinieri era parte integrante dell’Esercito Italiano con il rango di Arma; attraverso l’art. 1 della legge delega 31 marzo 2000, n. 78 i carabinieri vennero elevati a una “collocazione autonoma nell’ambito del Ministero della difesa, con il rango di forza armata, e forza militare di polizia a competenza generale”, con l’emanazione del D. Lgs. 5 ottobre 2000, n. 297. È quindi dipendente dal comandante generale e dal capo di stato maggiore della difesa.

L’Arma dei Carabinieri è articolata in organizzazione centrale, addestrativa, territoriale, mobile e speciale, per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare, reparti per esigenze specifiche.

Il Ministero della Difesa, preposto all’amministrazione civile e militare della difesa e delle forze armate italiane, ha indetto un Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’ammissione al 9° corso triennale di 536 Allievi Marescialli del ruolo Ispettori dell’Arma dei Carabinieri

Concorso Arma Carabinieri

Requisiti di partecipazione

Possono partecipare al concorso:

  • i militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti al ruolo dei Sovrintendenti ed a quello degli Appuntati e Carabinieri (compresi gli appartenenti al Ruolo Forestale), nonché gli Allievi Carabinieri che siano idonei al servizio militare incondizionato; abbiano conseguito o siano in grado di conseguire, al termine dell’anno scolastico 2018-2019, il diploma di istruzione secondaria di secondo grado, a seguito della frequenza di un corso di studi di durata quinquennale ovvero quadriennale integrato dal corso annuale previsto per l’accesso alle università; non abbiano superato il 30° anno di età; non abbiano riportato, nell’ultimo biennio, sanzioni disciplinari più gravi della consegna; non abbiano riportato una qualifica inferiore a nella media ovvero, in rapporti informativi, giudizi corrispondenti; non siano stati giudicati inidonei all’avanzamento al grado superiore nell’ultimo biennio; non siano stati condannati per delitti non colposi.
  • i cittadini italiani che alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande: abbiano compiuto il 17° anno di età e non abbiano superato il 26° anno di età e abbiano il consenso dei genitori o di chi esercita la responsabilità genitoriale se minorenni. Per coloro che abbiano già prestato servizio militare per una durata non inferiore alla ferma obbligatoria il limite massimo di età è elevato a 28 anni; godano dei diritti civili e politici; non siano stati condannati per delitti non colposi; siano in possesso di condotta incensurabile e non abbiano tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato; abbiano conseguito o siano in grado di conseguire, al termine dell’anno scolastico 2018-2019, il diploma di istruzione secondaria di secondo grado a seguito della frequenza di un corso di studi di durata quinquennale ovvero quadriennale integrato dal corso annuale previsto per l’accesso all’università; non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione; non siano stati sottoposti a misure di prevenzione; se candidati di sesso maschile, non siano stati dichiarati obiettori di coscienza.

Dei 536 posti messi a concorso, 112 sono riservati:  al coniuge e ai figli superstiti, ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado se unici superstiti, del personale delle Forze Armate, compresa l’Arma dei Carabinieri, e delle Forze di Polizia deceduto in servizio e per causa di servizio; ai diplomati delle Scuole militari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica; agli assistiti dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di carriera dell’Esercito Italiano, dall’Istituto Andrea Doria per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina Militare, dall’Opera nazionale per i figli degli aviatori e dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell’Arma dei Carabinieri;
5 sono riservati ai candidati orfani o coniugi di deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio ovvero di grandi invalidi.

Lo svolgimento del concorso prevede: prova preliminare; prove di efficienza fisica; accertamenti psico-fisici per la verifica dell’idoneità psico–fisica; prova scritta per accertare il grado di conoscenza della lingua italiana; accertamenti attitudinali; prova orale; prova facoltativa di lingua straniera.

Il bando scade il 4 febbraio 2019.

Per leggerlo attentamente e per conoscerne i dettagli si rimanda alla pagina dedicata al concorso pubblicata dall’Arma dei Carabinieri nella sezione apposita.

 

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*