Home » Categorie Protette

Categorie Protette

Diversamenti Abili (o anche categorie protette)? Per rispondere a questa domanda prendiamo spunto da quest’ottima fonte del Ministero degli Affari Esteri:

Diversamente Abili“La Legge 12 marzo 1999, n. 68 disciplina il diritto al lavoro dei disabili, e si pone, come finalità, la promozione dell’inserimento e della integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato.

 

A chi si rivolge questa Legge?

I soggetti cui si rivolge la Legge 68/1999 sono: gli invalidi civili, gli invalidi del lavoro, i non vedenti, i sordomuti, gli invalidi di guerra, gli invalidi civili di guerra, gli invalidi per servizio. In attesa di una disciplina organica, ricevono tutela altresì gli orfani ed i coniugi superstiti dei soggetti caduti per guerra, servizio o lavoro e dei profughi italiani rimpatriati (art. 18), nonché i soggetti individuati dalla Legge 23 novembre 1998, n. 407 (vittime del terrorismo e della criminalità organizzata).”
Ognuna di queste invalidità deve essere dimostrata tramite certificazione rilasciata dalle Commissioni Mediche apposite dell’ASL e dell’INPS della città di appartenenza. Tali commissioni determinano anche i tempi e le modalità per gli accertamenti successivi, volti a valutare la permanenza dell’invalidità accertata. Nel caso, invece, di invalidità dovuta a un incidente sul posto di lavoro è sufficiente esibire la certificazione prodotta dall’Inail.

Il collocamento mirato consiste in una serie di strumenti utili per tutelare i portatori di disabilità.  Prima di poter accedere a questo strumento è necessario essere iscritto alla lista delle categorie protette ed avere almeno 15 anni.

Secondo questa Legge i datori di lavoro hanno degli obblighi da dover rispettare. L’assunzione è uno di questi obblighi, le aziende infatti sono obbligate ad assumere personale con disabilità valorizzando al meglio le proprie competenze.

Quando si cerca lavoro la prima cosa da fare è iscriversi alle categorie protette presso l’Ufficio di collocamento.

E’ Importante, inoltre, mostrare questo dato che rende l’idea di come i datori di lavoro pubblici e privati sono tenuti ad avere alle loro dipendenze lavoratori appartenenti alle categorie. Nelle seguenti misure:

  • 7% dei lavoratori occupati, se occupano più di 50 dipendenti;
  • 2 lavoratori, se occupano da 36 a 50 dipendenti;
  • 1 lavoratore, se occupano da 15 a 35 dipendenti.

 

In questa pagina sono presenti tutte le fonti e le risorse adatte a cercare offerte di lavoro riguardanti esclusivamente le Categorie Protette.

 

  • www.disabiliforum.com/forum/
  • www.lavoroperdisabili.it/
  • www.jobmetoo.com
  • www.categorieprotette.it
  • www.disabiliabili.net
  • www.superando.it

 

Oltre a questi siti che raccolgono in maniera autonoma offerte di Lavoro è possibile trovare anche altre opportunità utilizzando i siti indicati alla pagina Siti Web per Cercare Lavoro oppure recandovi presso il Centro per l’Impiego della Vostra Città, dove ci si può iscrivere alle liste speciali del Collocamento Obbligatorio.

Molti sono inoltre i Concorsi Pubblici dedicati ai disabili che le Pubbliche Amministrazioni rendono note attraverso la Gazzetta ufficiale. Basterà leggere attentamente il Bando ed inviare la propria candidatura entro i termini per essere ammessi alla selezione.

E’ utile iscriversi anche alle agenzie interinali oppure inviare la propria candidatura sul cartaceo. L’importante è provare ad inviare i propri cv a molte aziende così da avere maggiori possibilità di essere selezionati.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*