Home » Concorsi Pubblici 2019 » Agenzia delle Entrate, Concorso per 160 Dirigenti

Agenzia delle Entrate, Concorso per 160 Dirigenti

L’Agenzia delle entrate è una agenzia pubblica italiana che svolge funzioni relative ad accertamenti e controlli fiscali. Operativa dal 1° gennaio 2001, nasce dalla riorganizzazione dell’Amministrazione finanziaria.

Agenzia delle Entrate, ConcorsoGli organi dell’Agenzia sono costituiti dal Direttore, dal Comitato di gestione, dal Collegio dei Revisori dei conti.

Ha l’obiettivo di garantire gli adempimenti degli obblighi fiscali da parte dei cittadini contribuenti, svolge inoltre i servizi relativi al catasto, i servizi geotopocartografici e quelli relativi alle conservatorie dei registri immobiliari, con il compito di costituire l’anagrafe dei beni immobiliari esistenti sul territorio nazionale.

Nel 2012 ha acquisito le competenze dell’Agenzia del territorio.

Agenzia delle Entrate Concorso Dirigenti

L’Agenzia delle Entrate ha bandito un concorso pubblico per titoli ed esami finalizzato all’assunzione di 160 dirigenti a Tempo Indeterminato di seconda fascia da destinare in via prioritaria alla direzione di uffici preposti ad attività operative:  150 dirigenti  per la gestione, riscossione e contenzioso dei tributi di competenza dell’Agenzia delle entrate;  10 dirigenti per la gestione dei servizi catastali di competenza dell’Agenzia delle entrate.

Al concorso sono ammessi a partecipare:

  • i dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni, muniti di laurea, che abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio o, se in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione, almeno tre anni di servizio, svolti in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea. Per i dipendenti delle amministrazioni statali reclutati a seguito di corso-concorso, il periodo di servizio è ridotto a quattro anni;
  • i soggetti in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche muniti del diploma di laurea, che hanno svolto per almeno due anni le funzioni dirigenziali;
  • coloro che hanno ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche per un periodo non inferiore a cinque anni, purché muniti di diploma di laurea;
  • i cittadini italiani, forniti di idoneo titolo di studio universitario, che hanno maturato, con servizio continuativo per almeno quattro anni presso enti od organismi internazionali, esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Il titolo di studio previsto per la partecipazione al concorso è il diploma di laurea ovvero la laurea specialistica o magistrale conseguita in una un’università statale della Repubblica italiana o in una un’università non statale abilitata a rilasciare titoli accademici aventi valore legale.

È, altresì, richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
− godimento dei diritti civili e politici;
− cittadinanza italiana;
− idoneità fisica all’impiego;
− posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo.

È prevista una riserva di posti del 50% al personale di ruolo assunto mediante pubblico concorso e in servizio presso l’Agenzia delle entrate, con almeno dieci anni di anzianità nella terza area funzionale, senza demerito. Inoltre alla provincia autonoma di Bolzano è riservato uno dei 150 posti messi a concorso, per la cui copertura il Direttore provinciale di Bolzano provvederà all’emanazione del bando e alla gestione della relativa procedura.

Il concorso si articola in una prova scritta e in una prova orale.

La prova scritta, a contenuto tecnico-pratico, si articolerà in due fasi:
la prima ha come obiettivo quello di vagliare le abilità cognitive dei candidati, quali, in particolare, la capacità argomentativa, l’acume critico nell’analisi dei problemi, la capacità di sintesi e l’attitudine a esprimersi in modo semplice e chiaro. A tale scopo la prova consisterà in tre quesiti a risposta aperta su argomenti di carattere anche interdisciplinare, attinenti alle seguenti materie:
− diritto tributario e scienza delle finanze;
− diritto amministrativo;
− diritto civile e commerciale;
− elementi di diritto internazionale pubblico e dell’Unione europea;
− elementi di economia aziendale;
− elementi di diritto penale;
− pianificazione, organizzazione e sistemi di controllo;
− ordinamento e attribuzioni dell’Agenzia delle entrate.

La seconda fase consiste nella prospettazione di un caso pratico di lavoro riguardante situazioni problematiche di tipo organizzativo e gestionale, ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo. Le situazioni oggetto della prova saranno rappresentate sotto forma di quesiti a risposta aperta, volti a valutare la capacità dei candidati di vagliare le diverse soluzioni possibili.

La prova orale consiste in un colloquio volto ad approfondire la verifica delle capacità cognitive e delle competenze manageriali dei candidati sulle dinamiche della compliance fiscale, analisi delle strategie volte a favorirla; i diversi aspetti della relazione con i contribuenti nell’attività di servizio e assistenza e nell’attività di controllo; le metodologie di controllo relative alle diverse tipologie di contribuenti; la valutazione della performance organizzativa e della performance individuale; i fattori che favoriscono e fattori che deprimono la motivazione al lavoro.

Nell’ambito della prova orale, è accertata la conoscenza della lingua inglese  nonché la conoscenza di una seconda lingua straniera tra francese, tedesco e spagnolo.

Nel corso della prova orale viene accertata, altresì, la capacità di utilizzo del personal computer e dei software applicativi più diffusi, nonché la conoscenza da parte del candidato delle problematiche e delle potenzialità connesse all’uso degli strumenti informatici in relazione ai processi comunicativi in rete.

La domanda dovrà essere  presentata per via telematica entro il 4 marzo 2019. Per maggiori informazioni consultare il bando presente alla sezione Concorsi dell’Agenzia dell’entrate

4 commenti

  1. Anna Lombardo1977

    vi ricordate i quiz fatte degli esempi

  2. Il diario e la sede d’esame per lo svolgimento della prova oggettiva saranno pubblicati il giorno 28 febbraio 2012 nel sito internet dell’Agenzia delle Entrate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*