Numerose opportunità lavorative nel settore “Made in Italy”

Numerose opportunità lavorative nel settore “Made in Italy”, da Barilla a Ferrero e Mutti un ventaglio di posizioni aperte in diversi settori, così non si è fermata la filiera alimentare, neanche in questo periodo di emergenza in cui molte attività hanno dovuto chiudere. Anzi numerose aziende hanno premiato l’impegno dei dipendenti con un aumento della retribuzione o buoni spesa.

Di seguito vi segnaliamo le diverse posizioni aperte nel settore del “Made in Italy”.

Numerose opportunità lavorative nel settore “Made in Italy”

  • Il gruppo Mutti ha incrementato del 25% lo stipendio alla sua forza lavoro e che oggi ha anche tre posizioni aperte a Parma per un senior accountant, bilancio e contabilità generale, un chief information officer ovvero un responsabile per le tecnologie informatiche e un global digital marketing manager e ogni anno seleziona lavoratori stagionali per la raccolta dei pomodori. Riconoscimenti anche da parte del produttore di pasta e farine La Molisana per 250 Euro, di Ferrari formaggi per 360 Euro(buoni pasto e stipendio), del pastificio Andriani di 300 Euro e di Giovanni Rana del 25% dello stipendio.
  • Venti nuovi profili per Lactalis, mentre la francese Lactalis, che in Italia è presente con i marchi Parmalat, Galbani, Castelli e ha erogato ai suoi collaboratori 250 Euro attualmente sta reclutando una ventina di nuovi profili. Nel link le opportunità aperte qui.
  • 19 professionisti per Barilla nel mondo.
    Barilla invece che ha riconosciuto un bonus ai suoi operai in base alle ore lavorate è alla ricerca di 19 professionisti in tutto il mondo, dalla Svezia dove c’è bisogno di un quality control specialist, a Novara è necessario un technical area manager come a Castiglione delle Stiviere. Clicca qui per saperne di più.
  • 305 posti nelle sedi di Ferrero.
    Sono poi 305 le job vacancy nel mondo in Ferrero, che ha deciso di premiare gli operai e i dipendenti della rete vendita e della logistica che hanno lavorato in questo periodo critico 750 euro lordi in relazione alla presenza(https://jobs.ferrero.com/?locale=it_IT).
  • 2mila opportunità in Nestlè.
    Oltre 2000 le opportunità di impiego nel mondo offerte da Nestlè, di cui 35 nel nostro Paese dove ha dato ai dipendenti dei reparti produttivi 500 Euro((https://www.nestle.it/jobs/search-jobs). La multinazionale prevede inoltre la retribuzione intera anche per coloro che hanno dovuto ridurre o interrompere la propria attività.
  • Oltre mille candidati ricercati in Mondelez e 450 in Kraft Heinz.
    Altre multinazionali sempre attive nel reclutamento di nuovi talenti: Mondelez, oltre mille candidati, Kraft Heinz: 450. Numerose anche le ricerche nel settore agricolo.
  • Addetti alla raccolta frutta e ortaggi per Openjobmetis, Randstad, Umana.
    L’agenzia per il lavoro Openjobmetis sta selezionando attraverso colloqui via Skype e Whatsapp 1060 profili addetti alla raccolta di frutta e ortaggi e alla trasformazione e confezionamento prodotti con contratti mensili e annuali.
  • 150 chance per operai nelle fabbriche alimentari selezionati da Manpower.
    Manpower offre infine 150 chance: per esempio per un addetto alle macchine produzione alimenti a Venezia, addetti alla produzione e confezionamento a Rimini e a Lucca, operai alimentari in provincia di Bergamo.

 

Annunci Correlati

Menu