Programma Comenius: Come diventare Docente in Europa

C’è un’esperienza che ci accompagna lungo tutto l’arco della nostra vita: l’apprendimento. Impariamo nuove cose guardando un programma televisivo a quiz, conosciamo nuove strade il giorno che decidiamo di modificare il nostro percorso abituale per andare in un posto, scopriamo nuovi sapori quando un nostro amico ci porta a mangiare in un ristorante etnico.

L’apprendimento coinvolge proprio tutti, anche i cervelli poco allenati e poco disponibili ad imparare, e anche coloro che per mestiere insegnano agli altri. Chi di noi non ha mai avuto a scuola una professoressa di italiano che a volte ci chiedeva di spiegarle il problema di matematica svolto alla lavagna nell’ora precedente? Gli insegnanti migliori sono quelli che ammettono di avere ancora tanto da imparare, e gli aspiranti insegnanti non possono sottovalutare il valore di un’esperienza di insegnamento all’estero, specie oggi che agli studenti si chiede la massima apertura possibile alla multiculturalità. Nell’ambito del Lifelong Learning Programme, i laureati che desiderano affiancare un docente per fare una prima esperienza di insegnamento, possono partecipare al Programma Comenius.

 

Se ci seguite abbastanza frequentemente, avrete sicuramente sentito parlare del Programma Leonardo da Vinci, finanziato dalla Commissione Europa. Questo rientra nel più ampio Programma di Apprendimento Permanente in ambito comunitario, ma non è l’unico. Gli studenti universitari conoscono bene il Programma Erasmus, che consente loro di studiare solitamente 6 mesi in un’università all’estero, mentre noi oggi vi presentiamo un terzo programma, che si chiama Comenius. Obiettivo di Comenius è l’incoraggiamento della mobilità internazionale di studenti e docenti con lo scopo di promuovere lo studio delle lingue e delle culture straniere da parte dei primi, e di migliorare la qualità della formazione dei secondi.

 

I laureati in qualsiasi disciplina in possesso di Laurea Specialistica, Magistrale, o di Vecchio Ordinamento, possono fare domanda per l’attività di affiancamento docenti prevista da Comenius

Il soggiorno all’estero potrà variare dalle 13 alle 45 settimane durante l’anno scolastico 2013/14, e prevederà che il borsista sia impegnato dalle 12 alle 16 ore settimanali in attività che potranno consistere in:

  • assistenza durante le ore di lezione;
  • insegnamento della lingua e della cultura italiane;
  • insegnamento della propria materia di studio;
  • sostegno di studenti con particolari bisogni;
  • realizzazione di progetti comunitari.

 

Il candidato può scegliere il Paese di destinazione, il tipo di scuola ospitante e l’età degli alunni con cui intende lavorare. E’ ovviamente necessaria la conoscenza della lingua del Paese o di una lingua veicolare tra inglese, francese, tedesco e spagnolo. Ogni assistente potrà prestare servizio al massimo in 3 scuole diverse a settimana.

 

Le borse Comenius coprono i costi di preparazione linguistica, culturale e pedagogica, più i costi di visto, viaggio e soggiorno. L’ammontare delle borse varia in base al Paese di destinazione e alla durata del soggiorno all’estero. Gli interessati possono fare domanda entro il prossimo 31 gennaio 2013.

Per maggiori informazioni, potete andare sul sito del Programma LLP- Comenius alla sezione Mobilità –> www.programmallp.it/index.php?id_cnt=123

Annunci Correlati

Menu