Ricollocazione Professionale: Supporto dalla Provincia di Genova

Il prefisso Ri- spesso ci evoca dei sentimenti conflittuali, un po’ come se fossimo costretti a fare una cosa per la seconda volta perché la prima volta qualcosa è andato storto. In realtà è un prefisso che evoca anche cose molto positive: la ri-nascita delle piante dopo l’inverno, l’amore che si può ri-accendere tra due persone dopo tanti anni, la possibilità di ri-costruire una casa dopo un terremoto, il ri-trovare un amico perduto e non in ultimo l’emozione nel ri-tornare a casa dopo tanto tempo che si è stati via.

Anche ri-collocarsi non ha un accezione negativa: come nel caso dei Percorsi di supporto alla ricollocazione professionale organizzati dalla Provincia di Genova, che hanno come obiettivo il re-inserimento del lavoratore nel sistema economico locale.

La Provincia di Genova, nell’ambito degli Interventi a sostegno dell’occupazione per la stabilizzazione del lavoro precario nelle aziende private, ha elaborato il Progetto “Coniugare al futuro” che prevede l’organizzazione di percorsi di supporto alla ricollocazione per favorire l’inserimento lavorativo di lavoratori precari o disoccupati. Il percorso di supporto, che avrà una durata di circa 6 mesi per un totale minimo di 20 ore, è articolato nelle seguenti fasi:

Accoglienza, presa in carico del lavoratore e definizione del progetto professionale; Ricostruzione del portafoglio delle competenze; Preparazione e sostegno alla ricerca attiva del lavoro; Azioni di promozione dei lavoratori in azienda; Supporto alla ricollocazione professionale e incontro domanda e offerta di lavoro.

Per prendere parte al progetto è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere residenti o domiciliati nel territorio della Provincia di Genova
  • aver avuto o avere in essere (dal 1 Gennaio 2009) un contratto di lavoro appartenente alle seguenti tipologie: contratto a tempo determinato, contratto di inserimento lavorativo, lavoro a somministrazione, lavoro a progetto, lavoro occasionale, lavoro accessorio, lavoro a chiamata o intermittente
  • essere iscritti a uno dei Centri per l’Impiego della Provincia di Genova se inoccupati o sotto occupati

Per prendere parte al progetto, è necessario esprimere la propria “manifestazione d’interesse” a partire dal 2 Luglio 2013 chiamando il numero verde, recandosi presso uno dei Centri per l’Impiego della Provincia o lo Sportello Informalavoro.

Annunci Correlati

Menu