Agenzia Spaziale Italiana:16 Assegni di Ricerca

asiSei un fan sfegatato di Big Bang Theory e sogni spesso, come i protagonisti del noto telefilm americano, di ritrovarti a tavola con fisici e ingegneri aerospaziali mentre in realtà l’unico scienziato del gruppo sei tu?

Non disperarti, anche se a volte hai questa sensazione, non c’è motivo di sentirsi come alieni provenienti da un altro pianeta. A meno che questa non possa essere la base di un originale progetto di ricerca! L’Agenzia Spaziale Italiana ha appena pubblicato i bandi per 16 assegni di ricerca, e ha bisogno di scienziati un po’ sopra le righe come te!

L’Agenzia Spaziale Italiana, anche nota con l’acronimo ASI, è un ente governativo italiano che dal 1988 si occupa della gestione della politica aerospaziale italiana: grazie ai fondi governativi che ricerca tramite il Ministero dell’Istruzione, della Ricerca e dell’Università, promuove missioni spaziali, per conseguire importanti obiettivi scientifici e applicativi.

Pur essendo l’ASI piuttosto giovane come istituzione, in realtà il nostro Paese sin dagli inizi del Novecento è stato uno dei primi paesi al mondo ad interessarsi alla disciplina, promuovendo importanti studi ed esperimenti e vantando importanti esperti a livello internazionale. In particolare i settori di cui oggi l’Agenzia Spaziale Italiana si occupa sono: l’osservazione dell’universo, l’osservazione della terra, le telecomunicazioni e la navigazione satellitare, lo sviluppo di lanciatori e l’abitabilità nello spazio.

 

 

 

Ecco i temi di ricerca per cui gli assegni sono stati banditi dall’Agenzia Spaziale Italia:

  • Coordinamento amministrativo e la valutazione delle performance. L’approccio sistemico ed organico agli strumenti progettuali e gestionali UE per l’innovazione tecnologica
  • Supporto alle attività istituzionali nell’ambito dell’attività di ricerca nazionale dei detriti spaziali e NEO
  • Supporto alle attività istituzionali nell’ambito del concurrent engineering
  • Sviluppo di applicazioni Marine con dati COSMO SkyMed
  • Uso della banda L dei GNSS 1 e 2 per la stima dei parametri della vegetazione
  • Studio e realizzazione di strumenti di supporto generale per l’ottimizzazione dell’attività di comunicazione scientifica nell’ambito delle iniziative di didattica, divulgazione e public outreach
  • Comunicazione istituzionale tramite strumenti multimediali
  • Progetti di ricerca in biologia/biotecnologia in ambiente microgravitazionale
  • L’affidamento delle attività connesse all’esecuzione di programmi spaziali: procedure a confronto
  • Ricerca ed innovazione nell’ambito della propulsione di lanciatori
  • Tecnologie innovative per sistemi di rientro spaziali
  • Il codice dei contratti pubblici – L’esecuzione ed il contenzioso
  • Studio e applicabilità della normativa IVA su programmi spaziali
  • Definizione ed elaborazione di Scenari operativi e applicativi di Missione per l’utilizzo del Sistema COSMO-SkyMed
  • Analisi dell’evoluzione statutaria, regolamentare ed organizzativa degli Enti Pubblici di ricerca alla luce del D.Lgs. 213/2009, con particolare riferimento alla contrattualistica pubblica applicata alla missione istituzionale dell’Agenzia, anche alla luce delle recenti innovazioni legislative in tema di spending review e trasparenza dell’azione amministrativa
  • Il sistema archivistico di un ente di ricerca: definizione, sviluppo e gestione degli strumenti archivistici per la gestione dei flussi documentali degli organi di indirizzo, della struttura di gestione dell’Ente e delle società partecipate

 

 

Per concorre per gli assegni di ricerca, è necessario mandare la domanda di partecipazione al concorso e il proprio progetto di ricerca all’ASI entro il 17 Giugno 2013.

Annunci Correlati

Menu