Certificato di alfabetizzazione digitale ATA: come ottenerlo

Scopri quali corsi sono riconosciuti per la Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Con l’aggiornamento del CCNL Istruzione e Ricerca 2019-2021, la Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale (CIAD) è un requisito fondamentale per diversi profili professionali nel mondo della scuola. Essa è un passo decisivo verso la modernizzazione e l’adeguamento alle nuove sfide tecnologiche. La formazione digitale e la validazione delle competenze attraverso questa certificazione diventano, quindi, cruciali per gli aspiranti membri del personale ATA. Con l’aggiornamento delle graduatorie ATA terza fascia, la Certificazione digitale diventa un pilastro per l’accesso a ruolo.

Cosa stabilisce il CCNL Scuola sulla Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale

Il recente accordo scolastico, ratificato dal Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) e dalle organizzazioni sindacali il 18 gennaio 2024, ha stabilito nuove normative per il personale ATA. Secondo le linee guida del CCNL Istruzione e Ricerca 2019-202, come delineato nell’Allegato A, si richiede ora per la maggior parte dei profili ATA, ad eccezione del Collaboratore Scolastico, la detenzione di una certificazione internazionale in alfabetizzazione digitale (CIAD), riconosciuta come qualifica indispensabile per l’accesso.

Per ottenere il CIAD, è necessario partecipare a un corso formativo specifico e superare l’esame finale. E il certificato di alfabetizzazione informatica ATA deve adempiere a certi criteri definiti dal CCNL, così come il corso per ottenerlo.

Sorge dunque la domanda su quali corsi siano effettivamente riconosciuti come validi per la certificazione di alfabetizzazione informatica ATA.

Requisiti per i corsi e gli enti certificatori

Per soddisfare i criteri del CCNL e garantire l’ammissione nelle graduatorie ATA, il CIAD deve:

  • Essere emesso da un’organizzazione accreditata da Accredia, l’ente unico di accreditamento nazionale, incaricato dal governo italiano di validare la competenza e l’obiettività degli organismi di certificazione, ispezione, e laboratori di analisi.
  • La certificazione deve essere ufficialmente registrata presso Accredia.
  • Essere validamente attivo, confermando l’acquisizione delle competenze attraverso il superamento di un esame finale.
LEGGI ANCHE  Concorso ASP Palermo 2024: 61 posti per persone con disabilità

Pertanto, non tutti gli enti riconosciuti dal MIM (precedentemente MIUR) sono qualificati per rilasciare un certificato di alfabetizzazione informatica valido. Solo i corsi e i certificati emessi dagli enti accreditati da Accredia sono considerati validi. 

Per scoprire gli enti accreditati da Accredia, si può visitare questa pagina.

Corsi attualmente validi

Attualmente, determinati corsi sono riconosciuti come validi per la Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale ATA, conformemente ai criteri stabiliti dal CCNL.

Questi includono:

  • EIPASS 7 moduli standard, ancora in vigore, rilasciato da CERTIPASS (per versioni precedenti è richiesto un esame integrativo).
  • ICDL full standard, anch’esso valido, fornito da AICA (con la stessa necessità di integrazione per versioni antecedenti).

Altri enti di certificazione stanno attualmente ottenendo l’accreditamento da Accredia, il che potrebbe portare al riconoscimento di ulteriori corsi prima del bando per le graduatorie ATA di terza fascia.

È consigliabile che chi possiede già una certificazione di informatica si rivolga all’ente certificatore per verificare se la propria versione soddisfa i requisiti del nuovo CCNL.

Qualora non fosse conforme, potrebbe essere sufficiente un aggiornamento per ottenere una certificazione adeguata, o potrebbe rendersi necessario sostenere un esame per un corso diverso.

Chi deve ottenere il CIAD

Secondo le linee guida stabilite dal nuovo accordo scolastico, chi si iscrive per la prima volta alle graduatorie ATA nel 2024 deve essere in possesso del Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale al momento della presentazione della propria candidatura.

Per coloro che sono già parte delle graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia ATA, il contratto stabilisce che:

  • È necessario ottenere il CIAD entro un anno dall’implementazione della nuova classificazione del personale ATA, a condizione che abbiano accumulato almeno un giorno di servizio.
  • Chi non ha completato nemmeno un giorno di supplenza, verrà rimosso dalla graduatoria.
LEGGI ANCHE  Concorsi Università Torino 2024: 52 posti per diplomati

Tuttavia, chi fa già parte della graduatoria permanente (graduatorie ATA 24 mesi) secondo l’ordinamento precedente, non sarà escluso dalle graduatorie, anche se non possiede o non ottiene il certificato di alfabetizzazione digitale.

Requisito della Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale ATA: quando entra in vigore

Il requisito obbligatorio della certificazione informatica ATA entrerà in vigore il 1° maggio 2024, come stabilito dall’articolo 59 del CCNL Istruzione e Ricerca 2019/21.Questo requisito diventerà titolo di accesso alle graduatorie di terza fascia per tutti i profili, esclusi i Collaboratori Scolastici, a partire da quella data, in conformità al nuovo ordinamento del personale ATA.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore