Bolzano: Concorso per 60 operatori socio assistenziali

Per lavorare nel settore del welfare non serve soltanto un titolo di studio adeguato, ma anche dedizione e passione. Per curare le altre persone è necessaria una certa attitudine che tutti gli operatori socio assistenziali devono sviluppare con il passare degli anni: disponibilità, propensione all’ascolto, spiccate doti comunicative.

Il welfare è un settore che richiede grande competenza, soprattutto quando interviene a favore di soggetti più deboli, per migliorare le condizioni di vita e il loro posto nella società. Se pensate di avere questi requisiti, non lasciatevi sfuggire l’ultimo bando dell’ASSB, perchè offre ottime opportunità di lavoro in questo settore.

L’ASSB è l’azienda dei servizi sociali della provincia autonoma di Bolzano. Si tratta di un ente pubblico istituito dalla città di Bolzano per migliorare il welfare dei cittadini, promuovere il pieno sviluppo delle persone e dei rapporti familiari, sostenere interventi sociali per migliorare la vita delle persone più svantaggiate. L’ASSB è stata istituita nel 1998, racchiudendo al suo interno le professionalità e le competenze della Comunità Comprensoriale di Bolzano e della Ripartizione Servizi Sociali del Comune. Gestisce direttamente e indirettamente tutti i servizi sociali comunali, ponendosi come punto di riferimento unico per le necessità dei cittadini e operando nel settore del welfare tramite una strategia in linea con gli obiettivi dell’amministrazione e dello statuto fondativo.

 

Per gestire i servizi sociali di sua competenza, l’ASSB ha bandito un concorso per l’assunzione di 60 operatori socio-assistenziali con scadenza il 26 Settembre 2012.

Per inoltrare la candidatura, è necessario il possesso del titolo di specializzazione in operatore socio-assistenziale (OSA), oppure il diploma di assistente geriatrico e familiare, unitamente al diploma di assistente per soggetti portatori di handicap. Alla domanda vanno allegati tutte le eventuali certificazioni che garantiscono riserva o preferenza in graduatoria, oltre alle autodichiarazioni sulla compatibilità con ruoli amministrativi. Requisito fondamentale, inoltre, è il possesso dell’attestato di bilinguismo C, per la conoscenza della lingua italiana e di quella tedesca.

Il concorso prevede l’assegnazione del personale alle case di riposo gestite dall’ASSB, tramite una graduatoria stilata a partire dai titoli e dalle valutazioni conseguite in sede di esame. Le riserve di posti sono così ripartite:

  • n.43 candidati appartenenti al gruppo linguistico italiano
  • n.16 candidati appartenenti al gruppo linguistico tedesco
  • n.1 candidato appartenente al gruppo linguistico ladino

 

Per partecipare al bando, consultate il sito dell’ASSB: in basso è presente l’annuncio completo ed è possibile scaricare sia il testo integrale del bando, sia il modulo necessario. La domanda può essere portata a mano all’ufficio dell’ASSB oppure inviata tramite posta elettronica certificata, unitamente alla ricevuta di versamento della tassa di partecipazione.

Annunci Correlati

Menu