Concorso ANSFISA 2022, selezione per 129 ingegneri

L'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostrade seleziona persone in possesso di una Laurea quinquennale in Ingegneria

L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostrade ha indetto un concorso per la selezione di 129 ingegneri.

ANSFISA ha il compito di promuovere la sicurezza e vigilare sulle infrastrutture ferroviarie, stradali e autostradali e sugli impianti fissi. Mira ad attuare un moderno concetto di sicurezza, articolata in termini di azioni proattive ed evolutive, al fine di garantire il miglioramento della qualità delle infrastrutture di trasporto terrestre e, quindi, una mobilità più fluida e diretta a tutti i cittadini sul territorio nazionale.

Le figure selezionate tramite il concorso

L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali
(ANSFISA), nel seguito anche solo “Agenzia” o “Amministrazione”, indice un concorso pubblico,
per esami, per il reclutamento di complessive n. 114 unità di personale non dirigenziale, a tempo
pieno e indeterminato da inquadrare nel ruolo di ANSFISA nella Categoria “Funzionari”, Area tecnica, profilo
professionale “Funzionario Tecnico”, posizione economica C1.

Con una seconda procedura la stessa Agenzia ha indetto un concorso pubblico per titoli ed esami per l’assunzione a tempo indeterminato di 15 dirigenti di seconda fascia, settori tecnici, da inquadrare nel ruolo dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali ai sensi di quanto previsto dal Decreto Legge 28 settembre 2018, n. 109, convertito con modificazioni nella legge 16 novembre 2018, n. 130.

I candidati devono presentare la domanda di ammissione esclusivamente a mezzo della Piattaforma informatica “IoLavoroNelPubblico“. Alla Piattaforma i candidati possono accedere tramite Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o attraverso apposita procedura di registrazione.

Requisiti per l’ammissione al concorso

Per potere partecipare alla selezione pubblica i candidati dovranno possedere i seguenti requisiti generali:

  • essere cittadino italiano o di altro Stato membro dell’Unione europea;
  • essere in possesso del Diploma di Laurea quinquennale (DL) in Ingegneria a isensi dell’ordinamento previgente al D.M. 3 novembre 1999, n. 509, oppure corrispondenti Laurea Magistrale (LM) o Laurea Specialistica (LS), rilasciato da Università statali e non statali accreditate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; per le classi di laurea, si applica quanto stabilito nei decreti di equiparazione D.M. 9 luglio 2009 e D.M. 26 aprile 2011;
  • aver conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione di Ingegnere;
  • avere idoneità fisica all’impiego, considerando la presenza di uffici sul territorio con attività di verifica e controllo delle infrastrutture;
  • avere il godimento dei diritti civili e politici;
  • assenza di condanna penale o provvedimento comunque definitivo dell’Autorità giudiziaria;
  • non essere incompatibile in base alla normativa vigente con lo status di dipendente pubblico;
  • avere posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari per i concorrenti di sesso maschile nati prima dell’anno 1986;
  • non trovarsi in alcune delle condizioni di inconferibilità e incompatibilità di cui al D.Lgs. n. 39/2013.

I requisiti specifici sono indicati nei singoli bando che potrete trovare a questo link.

Ultimi articoli
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui