Concorso ASP Reggio Emilia per educatori: come partecipare

Le candidature dovranno pervenire entro il 20 aprile

Segnaliamo il concorso ASP Reggio Emilia per educatori: sono 14 i posti di lavoro da assegnare, tutti a tempo indeterminato. Tra questi è prevista la riserva di 7 posti a favore del personale interno che abbia superato il periodo di prova e di 2 posti a favore dei volontari delle Forze Armate. Per partecipare occorrerà essere in possesso di diploma. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo bando e su come fare per candidarsi.

Requisiti

  • cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani i cittadini della Repubblica di San Marino e della Città del Vaticano), o appartenenza ad uno degli Stati membri dell’Unione Europea
  • età non inferiore ad anni 18 e non superiore all’età di collocamento a riposo d’ufficio del dipendente pubblico
  • idoneità fisica all’impiego: l’idoneità fisica al servizio deve essere assoluta ed incondizionata in relazione alle mansioni specifiche del profilo professionale di EDUCATORE e verrà accertata dall’Azienda ai sensi della normativa vigente
  • godimento dei diritti civili e politici: non possono accedere all’impiego coloro che non godono dei diritti civili e politici
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione o dichiarati decaduti ai sensi dell’art. 127 c. 1 lettera d) del DPR 10/01/1957 n. 3 ovvero non essere stati licenziati a qualunque titolo o a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso sia stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti
  • assenza di condanne penali o non essere stati interdetti o sottoposti a misure che impediscono, secondo le leggi vigenti, la costituzione del rapporto di impiego presso Enti pubblici
  • uno dei titoli di studio elencati sul bando ufficiale
  • essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva
  • possesso della patente di guida di categoria “B”
LEGGI ANCHE  Concorsi in uscita nel 2024: ecco i bandi più attesi

Prove

Ma quali saranno le prove in programma? In caso di numero di iscritti molto elevato, gli aspiranti al concorso ASP Reggio Emilia per educatori dovranno sostenere una prova preselettiva. Quindi uno scritto e un orale su materie che potranno consultare direttamente sul bando ufficiale precedentemente indicato.

Come inviare la domanda

Ma come candidarsi per questo concorso per diplomati? Gli interessati dovranno inoltrare domanda in carta semplice utilizzando esclusivamente il modulo fac-simile allegato al bando. Dovranno indirizzare la domanda al Dirigente dell’Area Risorse dell’ASP “Reggio Emilia – Città delle Persone”, Via P. Marani n. 9/1 – 42122 Reggio Emilia entro le ore 12 del giorno 20 aprile mediante una delle seguenti modalità:

  • mediante consegna a mano in busta chiusa presso l’Ufficio Protocollo dell’ASP “Reggio Emilia – Città delle Persone” in via Pietro Marani, 9/1 – 42122 Reggio Emilia. La busta dovrà indicare sul retro la dicitura “Domanda di partecipazione Concorso pubblico per la copertura di n. 14 posti EDUCATORE cat C” dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.30
  • a mezzo del servizio postale tramite raccomandata A/R. La domanda deve essere inoltrata in busta chiusa recante sul retro, oltre il mittente e l’indirizzo, la seguente dicitura “Domanda di partecipazione Concorso pubblico per la copertura di n. 14 posti EDUCATORE cat C”
  • mediante Posta Elettronica Certificata (PEC). Esclusivamente dall’indirizzo PEC del richiedente all’indirizzo asp.re@pcert.postecert.it allegando la scansione dell’originale del modulo di domanda debitamente sottoscritta e gli allegati obbligatori

Gli aspiranti candidati potranno inoltre consultare il bando del concorso per avere maggiori informazioni.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Maris Matteucci
Maris Matteuccihttps://www.circuitolavoro.it/
Giornalista pubblicista, amo leggere e scrivere, adoro gli animali e la natura, mi piacciono tantissimo i bambini. Vivo col sorriso perché, specialmente da quando ho superato i 40 anni, ho ancora più chiaro, in testa, un concetto: che la vita è troppo breve per passarla ad essere arrabbiati. Questa sono io.