Concorso Autorità Portuale Mari Tirreno Meridionale e Ionio per 12 assunzioni

In arrivo nuove possibilità di assunzione a tempo indeterminato in Calabria, grazie al concorso dell’Autorità di Sistema Portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria. I posti di lavoro disponibili sono 12: come candidarsi.

Nuove opportunità di impiego in Calabria. Il concorso dell’Autorità di Sistema Portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria, prevede di coprire a tempo indeterminato 12 posizioni da impiegare presso varie aree e sedi.

Il tempo per presentare la domanda di partecipare scade il 15 gennaio 2023.

Ecco, tutto quello che c’è da sapere sul concorso in Calabria, sui requisiti richiesti e sulle modalità di presentazione della domanda.

Concorso dell’Autorità di Sistema Portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio

Le aree da coprire con il reclutamento di nuove risorse tramite il concorso dell’Autorità di Sistema Portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio riguardano, dunque, sono le seguenti:

  • Quadro A: Area Demanio – Patrimonio – Lavoro Portuale – Settore Demanio e SID;
  • 4 Livello: Area Demanio – Patrimonio – Lavoro Portuale – Settore Lavoro Portuale – SUA- Contratti
  • Quadro A: Area Finanza, Controllo e Risorse Umane- Settore Risorse Finanziarie e Contabilità;
  • 4 livello: Area Pianificazione e Sviluppo – Settore Pianificazione e Sviluppo;
  • 4 livello: Area pianificazione e Sviluppo – Settore protocollo;
  • Quadro A: Area Sedi Periferiche – Sede Crotone;
  • 2 livello: Area Sedi Periferiche – Sede Crotone;
  • 2 livello: Area Sedi Periferiche – Sede Vibo Valentia;
  • 4 livello: Area Presidenza (Operatore polifunzionale/Autista);
  • 2 livello: Area Presidenza;
  • Quadro A: Area Tecnica – Settore Gare;
  • Quadro B: Area Tecnica – Settore Progettazione.

È possibile presentare la domanda per un solo profilo professionale.

Requisiti richiesti

Per partecipare al concorso pubblico è necessario possedere i requisiti generali previsti nell’Appendice A e anche i requisiti specifici indicati nella scheda profilo riferita al singolo concorso al quale si intende inoltrare la domanda. È possibile procedere al download dei suddetti documenti cliccando, in questa pagina, sul ruolo di proprio interesse.

Non potranno essere ammessi alla selezione coloro che:

  • siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • siano stati destituiti o dichiarati decaduti o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione o ente;
  • abbiano cessato il rapporto di lavoro a seguito di procedimento disciplinare;
  • si trovino, ai sensi della normativa vigente, in stato di inconferibilità/incompatibilità per il conferimento di incarichi presso una pubblica amministrazione;
  • abbiano riportato condanne penali definitive per un reato che impedisca la costituzione del rapporto di lavoro con un ente o un’amministrazione pubblica se da esso deriva l’interdizione dai pubblici uffici o l’incapacità di contrarre con la Pubblica Amministrazione o l’estinzione del rapporto di impiego (artt. 28, 29, 32-ter, 32-quater, 32-quinquies Codice penale, artt. 3, 4, 5 della legge 27 marzo 2001, n. 97). Negli altri casi, sarà cura dell’Amministrazione accertare autonomamente la gravità dei fatti penalmente rilevanti compiuti dall’interessato, ai fini dell’accesso al pubblico impiego;
  • siano posti in quiescenza.
  • siano in stato di sospensione cautelare obbligatoria dal servizio;
  • abbiano riportato, nei due anni precedenti la data di scadenza del bando, la sanzione disciplinare della sospensione dal servizio e dalla retribuzione fino a dieci giorni;
  • nel corso della loro attività presso le pubbliche amministrazioni/enti pubblici/aziende pubbliche enti/aziende private siano stati comunque interessati da procedimenti di sospensione cautelare dal servizio in relazione ad un procedimento penale che non si sia ancora concluso con l’assoluzione almeno in primo grado.

Processo di selezione

Qualora il numero delle domande raggiungesse una quota superiore a 20 candidati, si prevede di effettuare una prova preselettiva, distinta per ogni selezione.

I candidati saranno selezionati tramite la valutazione dei titoli e una prova orale.

Come candidarsi

La domanda di ammissione al concorso dovrà essere inoltrata entro il 15 gennaio 2023 esclusivamente tramite procedura telematica, accedendo a questa pagina, previa registrazione con SPID.

È bene specificare che non è consentito partecipare al concorso per più di una figura professionale.

I candidati dovranno inoltre possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale.

Per ricevere ulteriori aggiornamenti sui concorsi pubblici attivi in Italia, visita la nostra sezione dedicata.

Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.

Annunci di lavoro

Banner newsletter_ (900 × 600 px)
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui