Concorso per 27 Professionisti per il Catasto di Bari

Non c’è niente di più fondamentale e funzionale alla vita, umana e non solo, dell’acqua. L’acqua è alla base della nascita e del funzionamento di qualunque cosa, non solo vivente: basti pensare che le prime civiltà si svilupparono proprio a ridosso dei grandi fiumi, così come le prime cittadine etrusche che si svilupparono lungo i corsi d’acqua.

Trasportare l’acqua per rendere migliore la nostra vita è un’idea che per primi ebbero i romani, costruendo acquedotti per portare acqua presso terme e fontane lontane dai corsi d’acqua, ed è grazie al loro esempio che noi oggi possiamo lavarci le mani senza dover correre alla fonte.

Ovviamente il nostro sistema idrico non è più costituito da acquedotti in pietra, ma c’è dietro comunque un discorso di gestione parecchio complesso e articolato, sia per convogliare le acque sia per scaricarle. Per questo la Provincia di Bari ha indetto un concorso per l’assunzione di 27 professionisti per collaborazioni coordinate e continuate per la realizzazione del progetto “Catasto degli scarichi e catasto delle utenze non ricomprese negli agglomerati previsti dal piano di tutela delle acque”.

 

L’Amministrazione Provinciale di Bari ha bandito un concorso per l’assunzione per incarichi di collaborazione coordinata e continuata di 27 professionisti per la realizzazione del progetto Catasto degli scarichi e catasto delle utenze non ricomprese negli agglomerati previsti dal piano di tutela delle acque, nell’ambito del POR FERS 2007-2013. I professionisti che risulteranno in possesso dei requisiti specifici per ciascuna posizione saranno invitati a sostenere un colloquio con i responsabili della selezione al fine di completare la valutazione ed essere inseriti in graduatoria.

 

Ecco le professionalità richieste dall’amministrazione per l’attuazione del progetto:

  • geometri (14 posti)
  • periti industriali (2 posti)
  • periti agrari (2 posti)
  • ragionieri programmatori informatici (2 posti)
  • laureati in ingegneria civile o ingegneria per l’ambiente e il territorio (4 posti)
  • laureato in ingegneria informatica (1 posto)
  • laureato in scienze geologiche (1 posto)
  • laureato in chimica (1 posto)

 

Per concorrere per l’incarico, è necessario inviare la documentazione richiesta e la domanda di partecipazione entro e non oltre il 15 Febbraio 2014.

Annunci Correlati

Menu