Comune di Bergamo, Concorso per 16 posti a tempo indeterminato

Bergamo è una città suddivisa in due parti distinte, la città bassa e la città alta.

La zona più antica, chiamata Città Alta e caratterizzata da strade lastricate, ospita il Duomo della città; è circondata dalle mura veneziane ed è accessibile con la funicolare.

Qui si trovano anche la basilica romanica di Santa Maria Maggiore e l’imponente Cappella Colleoni, con affreschi settecenteschi di Tiepolo.

La Città Bassa, benché sia anch’essa di antica origine e conservi i suoi nuclei storici, è stata resa in parte più moderna da alcuni interventi di urbanizzazione. Inoltre le due porzioni dell’abitato sono separate dalle mura venete, annoverate dal 2017 fra i patrimoni dell’umanità tutelati dall’UNESCO.

A Bergamo bassa si trovano le sedi del Comune, della Prefettura, della Provincia e dell’ufficio postale centrale.

Concorso Comune Bergamo

Attualmente nel municipio della città è stata indetta una selezione pubblica per soli esami, per la copertura, nel triennio 2019/2021, di 16 posti a tempo indeterminato:

  • 13 posti per il profilo professionale “istruttore amministrativo”, categoria giuridica C, posizione economica 1, Area funzionale amministrativa, di cui 4 con diritto di riserva a favore delle forze armate, da assegnare a diverse Aree/Direzioni comunali;
  • 3 unità nel profilo di “istruttore amministrativo”, categoria di inquadramento D, posizione economica 1, Area amministrativa, di cui 1 posto con diritto di riserva a favore del personale interno già dipendente dell’Ente a tempo indeterminato, da assegnare ad Aree/Direzioni diverse.

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • età non inferiore agli anni diciotto;
  • cittadinanza italiana. Possono inoltre partecipare i cittadini italiani non appartenenti alla Repubblica, nonché i cittadini degli stati membri dell’ Unione Europea ed i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo per i candidati in possesso della cittadinanza italiana;
  • non essere stati destituiti, dispensati o comunque licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero dichiarati decaduti dal pubblico impiego;
  • non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso che impediscano, per la loro particolare gravità, secondo le norme di legge, l’instaurarsi di un rapporto di pubblico impiego;
  • idoneità fisica alle mansioni relative al posto messo a selezione;
  • per i cittadini italiani di sesso maschile nati fino al 1985, essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi militari.

Per la categoria C è richiesto il seguente titolo di studio:

  • diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale (Maturità);

Per l’ammissione alla selezione nella categoria D è richiesto il possesso di almeno uno fra i seguenti titoli di studio:

  • Laurea del Vecchio Ordinamento: Comunicazione internazionale; Economia delle Amministrazioni Pubbliche e delle Istituzioni Internazionali; Economia e Commercio; Lingue e letterature straniere; Scienze dell’amministrazione; Scienze internazionali e diplomatiche; Giurisprudenza; Scienze Politiche; Laurea Specialistica o Laurea Magistrale conseguita secondo il nuovo ordinamento in una delle classi cui risultano equiparate le lauree del Vecchio Ordinamento sopra elencate.

Prove d’esame 

Ai candidati è richiesta una conoscenza di base nelle seguenti materie d’esame: Elementi di diritto civile; Elementi di diritto amministrativo; Elementi in materia di Stato Civile e Servizi Demografici; Elementi in materia di Elettorale; Elementi di contabilità armonizzata; Elementi in materia di appalti e contratti pubblici; Ordinamento degli Enti Locali T.U.EE.LL.; Elementi di ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; Norme in materia di procedimento amministrativo e di accesso ai documenti amministrativi; Elementi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro; Prevenzione della corruzione, trasparenza e incompatibilità; Lingua inglese.

Le domande dovranno essere presentate on line entro il 1 aprile 2019.

Per leggere il bando nel dettaglio si rimanda alla pagina dei concorsi del Comune di Bergamo cliccando qui

Annunci Correlati

Menu