Concorso Ministero della Giustizia 2022 per 400 Magistrati

Per candidarsi c'è tempo fino al 21 novembre 2022

Segnaliamo il concorso Ministero della Giustizia 2022 per 400 Magistrati. Per fare domanda c’è tempo fino al prossimo 21 novembre. Possono partecipare alle selezioni solo coloro che sono in possesso dei titoli di laurea specificati sul bando che vi daremo la possibilità di consultare alla fine di questo articolo.

Requisiti

  • cittadinanza italiana
  • godimento dell’esercizio dei diritti civili
  • condotta incensurabile
  • idoneità fisica all’impiego a cui aspira
  • posizione regolare nei confronti del servizio di leva al quale siano stati eventualmente chiamati;
  • non essere stati dichiarati per 3 volte non idonei nel concorso per esami alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda
  • essere in regola con il pagamento del diritto di segreteria; a tal fine i candidati devono procedere, tramite il servizio PagoPA al versamento della somma di euro 50,00, quale contributo per la copertura delle spese della procedura concorsuale anno 2022
  • essere in possesso degli altri requisiti richiesti dalle leggi vigenti

I candidati devono rientrare, senza possibilità di cumulare le anzianità di servizio previste come necessarie nelle singole ipotesi, in una delle seguenti categorie:

  • magistrati amministrativi e contabili
  • procuratori dello Stato che non sono incorsi in sanzioni disciplinari
  • dipendenti dello Stato, con qualifica dirigenziale o appartenenti ad una delle posizioni corrispondenti all’area C […]
  • appartenenti al personale universitario di ruolo docente di materie giuridiche in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza che non siano incorsi in sanzioni disciplinari
  • dipendenti, con qualifica dirigenziale o appartenenti alla ex area direttiva, della pubblica amministrazione, degli enti pubblici a carattere nazionale e degli enti locali […]
  • abilitati all’esercizio della professione forense anche se non iscritti all’albo degli avvocati e, se iscritti all’albo degli avvocati che non siano incorsi in sanzioni disciplinari
  • coloro i quali hanno svolto le funzioni di magistrato onorario per almeno sei anni senza demerito, senza essere stati revocati e che non siano incorsi in sanzioni disciplinari
  • laureati in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza conseguito, salvo che non si tratti di seconda laurea, al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni

Le prove

Tutti gli aspiranti candidati per il concorso Ministero della Giustizia 2022 per 400 Magistrati dovranno sostenere due prove d’esame, una prova scritta e una prova orale. Per maggiori informazioni sulle materie oggetto di esame gli interessati dovranno consultare il bando a fine articolo.

Come fare domanda

Ma come candidarsi per questa selezione al Ministero della Giustizia? L’unica via è quella telematica, accessibile da questo link. Per accedere alla procedura è necessario autenticarsi tramite SPID, CIE o CNS. Per problemi tecnici, inerenti alla procedura informatica, è a disposizione dei candidati l’indirizzo mail supportotecnicoutenti.siticoncorsiesami@giustizia.it. A questo link gli interessati potranno invece consultare il bando ufficiale.

Maris Matteucci
Maris Matteuccihttps://www.circuitolavoro.it/
Giornalista pubblicista, amo leggere e scrivere, adoro gli animali e la natura, mi piacciono tantissimo i bambini. Vivo col sorriso perché, specialmente da quando ho superato i 40 anni, ho ancora più chiaro, in testa, un concetto: che la vita è troppo breve per passarla ad essere arrabbiati. Questa sono io.

Annunci di lavoro

Banner newsletter_ (900 × 600 px)
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui