Concorso pubblico per tecnico di laboratorio, 16 posti disponibili nelle Marche

Le candidatura devono essere inoltrate entro l'1 agosto 2022

Bando di concorso pubblico unificato degli enti del ssr, per titoli ed esami, per la copertura a tempo pieno ed indeterminato di n. 16 posti di collaboratore professionale sanitario tecnico sanitario di laboratorio biomedico

Concorso Pubblico Unificato, per titoli ed esami, per la copertura a tempo pieno ed indeterminato di n. 16 posti di Collaboratore Professionale Sanitario Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico (Cat. D), così suddivisi:

  • ASUR MARCHE – Area Vasta n.2 : n. 4 posti;
  • ASUR MARCHE – Area Vasta n.3 : n. 3 posti;
  • ASUR MARCHE – Area Vasta n.4 : n. 3 posti;
  • ASUR MARCHE – Area Vasta n.5 : n. 2 posti;
  • A.O.U. Ospedali Riuniti di Ancona: n. 2 posti;
  • A.O. Ospedali Riuniti Marche Nord: n. 2 posti.

Requisiti di ammissione al concorso

Gli aspiranti dovranno essere in possesso dei sotto elencati requisiti generali e specifici di ammissione:

Requisiti generali:

a) Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, ovvero cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea, ovvero il possesso di una delle condizioni previste dall’art. 38 del D.Lgs n. 165/2001 come modificato ed integrato dalla legge 6 agosto 2013, n. 97, per i cittadini dei paesi terzi;
b) Idoneità alla mansione specifica del profilo a concorso. L’accertamento dell’idoneità alla mansione specifica è effettuato dall’Ente prima dell’immissione in servizio con visita medica preventiva in fase preassuntiva ai sensi dell’art. 41, lett. e-bis D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., con l’osservanza delle norme in materia di categorie protette.

Requisiti specifici:

a) Laurea triennale in Tecniche di Laboratorio Biomedico (appartenente alle classi di laurea nelle professioni sanitarie tecniche – area tecnica diagnostica) ovvero Diploma Universitario conseguito ai sensi dell’art. 6 co. 3 D.Lgs. n. 502 del 30/12/1992 e successive modificazioni, ovvero i diplomi e attestati conseguiti in base al precedente ordinamento riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni, al Diploma Universitario, ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso ai pubblici concorsi (D.M. 27/07/2000). Se conseguito all’estero, il titolo di studio deve essere riconosciuto equiparato all’analogo titolo di studio acquisito in Italia secondo la normativa vigente.
b) Iscrizione al relativo Albo Professionale. L’iscrizione al corrispondente Albo Professionale in uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.

Come partecipare al concorso pubblico

La domanda di partecipazione al concorso pubblico va presentata, a pena di esclusione, unicamente tramite procedura telematica, accedendo al seguente indirizzo web: https://asurmarche.selezionieconcorsi.it, compilando lo specifico modulo on line.

Nella domanda di ammissione al concorso i candidati dovranno dichiarare, sotto la propria personale responsabilità:

  • il cognome, nome, codice fiscale, luogo e data di nascita;
  • l’indirizzo di posta elettronica certificata personale;
  • la residenza, il domicilio ed il recapito telefonico;
  • il possesso della cittadinanza italiana, ovvero i requisiti sostitutivi;
  • il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  • la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
  • le eventuali condanne penali riportate e/o gli eventuali procedimenti penali pendenti
  • di non essere stato interdetto dai pubblici uffici a seguito di sentenza passata in giudicato;
  • la dispensa o la destituzione dall’impiego presso Pubbliche Amministrazioni ovvero di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso Pubbliche Amministrazioni per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stato licenziato;
  • il possesso dei requisiti specifici di ammissione;
  • gli ausili eventualmente necessari per l’espletamento delle prove di esame in relazione al proprio handicap nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi ai sensi dell’art. 20 della L. 104/1992;
  • l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del nuovo Regolamento Europeo in materia di privacy (n. 2016/679) e del D. Lgs. n. 196/2003 e s.m.i.;
  • il servizio prestato come dipendente, nel profilo a concorso o in qualifiche corrispondenti, presso pubbliche amministrazioni, case di cura convenzionate o accreditate ovvero di non aver mai prestato servizio presso pubbliche amministrazioni;
  • il servizio prestato all’estero nel profilo a concorso ai sensi dell’art. 22 DPR 220/2001, se riconosciuto;
  • il servizio militare/servizio civile prestato nel profilo a concorso o in qualifiche diverse dal profilo a concorso;
  • i titoli accademici o di studio;
  • le pubblicazioni ed i titoli scientifici;
  • le attività formative e professionali;
  • gli eventuali titoli di preferenza, precedenza o riserva previste dalle disposizioni di legge;
  • l’ordine delle preferenze relative agli ambiti di reclutamento individuati nella premessa.

Documentazione da allegare alla domanda

La procedura telematica di presentazione della domanda richiede al candidato, in fase di compilazione, di scannerizzare e di effettuare l’upload in formato pdf esclusivamente della copia digitale dei seguenti documenti:

  • il documento di riconoscimento in corso di validità (fronte-retro);
  • la ricevuta di pagamento del contributo di partecipazione al concorso pari a euro 10,00;
  • l’eventuale documentazione comprovante i requisiti generali che consentono ai cittadini non italiani e non comunitari di partecipare al presente concorso;
  • l’eventuale documentazione che attesti il riconoscimento dei titoli di studio conseguiti all’estero, necessari all’ammissione;
  • l’eventuale documentazione che attesti l’equiparazione dei servizi prestati all’estero secondo le procedure della L. 735/1960;
  • l’eventuale certificazione medica rilasciata da Struttura Sanitaria abilitata, comprovante lo stato di disabilità, che indichi l’ausilio necessario in relazione alla propria disabilità e/o la necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento delle prove concorsuali, ai sensi dell’art. 20 L. 68/1992;
  • l’eventuale documentazione comprovante i requisiti previsti ai sensi dell’art. 1014 e dell’art. 678 comma 9 D.lgs. 66/2010 e s.m.i. relativo alla riserva dei volontari delle forze armate congedati senza demerito dalle ferme contratte;
  • le eventuali pubblicazioni.
Ultimi articoli
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui