Concorso pubblico per la selezione di tecnici e amministrativi: 12 i posti disponibili presso la Provincia di Latina

Le istanze di partecipazione al concorso dovranno essere inviate entro il 13 novembre

La Provincia di Latina indice i seguenti concorsi  pubblici,  per esami, per la copertura di posti a tempo pieno indeterminato: sei posti di istruttore direttivo tecnico di categoria D; quattro  posti  di  istruttore  direttivo amministrativo di categoria D; due posti di istruttore di categoria C.

La Provincia di Latina ha indetto un concorso pubblico per la copertura di 12 posti di cui 6 come istruttore tecnico, 4 istruttore direttivo amministrativo e 2 istruttore categoria C.

L’Amministrazione garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso all’impiego ed al trattamento sul lavoro, ai sensi dell’art. 27 del D.Lgs. 198/2006 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna” e dell’art. 57 del D.Lgs. 165/2001 e ss.mm.ii.

Requisiti generali per partecipare al concorso

Per la partecipazione alla procedura concorsuale è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere cittadino italiano ovvero essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • Godimento dei diritti civili e politici (diritto di voto);
  • Età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo;
  • Possesso dei requisiti di idoneità fisica all’impiego ed alle mansioni proprie del profilo per il quale si inoltra la candidatura. L’Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di idoneità i vincitori delle selezioni, in base alla normativa vigente;
  • Possesso della patente di guida di tipo B in corso di validità;
  • posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
  • Non avere riportato condanne penali, né avere procedimenti penali in corso;
  • Non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;

Requisiti specifici per accedere alla selezione di istruttore direttivo tecnico

Per accedere al concorso per istruttore direttivo tecnico (6 posti disponibili) è necessario essere in possesso dei seguenti titoli di studio:

  • diploma di laurea compreso tra i seguenti e rilasciato secondo l’ordinamento previgente al D.M. 509/1999 (Architettura; Ingegneria civile; Ingegneria dei materiali; ➢ Ingegneria edile; ingegneria edile-Architettura; Ingegneria gestionale; Ingegneria meccanica; Ingegneria per l’ambiente e il territorio; Pianificazione territoriale e urbanistica; Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale; Urbanistica;
  • diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento universitario previgente al D.M.509/1999, il quale, con apposito provvedimento, sia stato dichiarato come equipollente ad uno dei diplomi di laurea indicati alla lettera a); in questo caso, nella domanda di partecipazione il candidato dovrà indicare gli estremi del provvedimento legislativo o ministeriale che ha previsto l’equipollenza;
  • laurea specialistica (ex D.M. 509/1999) equiparata, ai sensi del D.M. 9 luglio 2009 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 233 del 7 ottobre 2009,
  • laurea magistrale (ex D.M. 270/2004) equiparata, ai sensi del D.M. 9 luglio 2009 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 233 del 7 ottobre 2009;
  • laurea triennale di cui al D.M. 270/2004, classi
    • L- 7 Ingegneria civile e ambientale;
    • L-17 Scienze dell’architettura;
    • L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale; ➢ L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia;
    • L-32 Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura
  • laurea triennale di cui al D.M. 509/1999, classi:
    • 04 Scienze dell’architettura e dell’ingegneria edile;
    • 07 Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale; ➢ 08 Ingegneria civile e ambientale;
    • 27 Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura
  • Diploma universitario di durata triennale di cui alla L. 341/1990, equiparato con decreto ministeriale 11 novembre 2011 alle lauree ex D.M. 509/99 e alle lauree ex D.M. 270/2004 in:
    • Edilizia;
    • Ingegneria dell’ambiente e delle risorse;
    • Ingegneria delle strutture;
    • Ingegneria edile;
    • Scienze ambientali;
    • Coordinamento per le attività di protezione civile; ➢ Sistemi informativi territoriali;
    • Tecnico di misure ambientali;
    • Valutazione e controllo ambientale
  • Iscrizione all’Albo professionale in relazione al titolo di studio posseduto.

Requisiti specifici per la selezione per istruttore direttivo amministrativo

I candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • diploma di laurea compreso tra i seguenti e rilasciato secondo l’ordinamento previgente al D.M. 509/1999
    • Giurisprudenza;
    • Scienze Politiche;
    • Economia e Commercio;
  • diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento universitario previgente al D.M.509/1999, il quale, con apposito provvedimento, sia stato dichiarato come equipollente ad uno dei diplomi di laurea indicati alla lettera a); in questo caso, nella domanda di partecipazione il candidato dovrà indicare gli estremi del provvedimento legislativo o ministeriale che ha previsto l’equipollenza;
  • laurea specialistica (ex D.M. 509/1999) equiparata, ai sensi del D.M. 9 luglio 2009 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 233 del 7 ottobre 2009;
  • laurea magistrale (ex D.M. 270/2004) equiparata, ai sensi del D.M. 9 luglio 2009 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 233 del 7 ottobre 2009;
  • laurea triennale di cui al D.M. 270/2004, classi:
    • L-14 Scienze dei Servizi Giuridici;
    • L-16 Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione; ➢ L-18 Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale;
    • L-33 Scienze Economiche;
    • L-36 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali;
  • laurea triennale di cui al D.M. 509/1999, classi:
    • 02 Scienze dei Servizi Giuridici;
    • 15 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali;
    • 17 Scienze dell’Economia e della Gestione aziendale;
    • 19 Scienze dell’Amministrazione;
    • 28 Scienze Economiche;
    • 31 Scienze Giuridiche.

Requisiti specifici per la posizione di istruttore

I candidati dovranno essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado (quinquennale).

Come partecipare al concorso

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID) compilando, previa registrazione, l’apposito modulo elettronico sulla piattaforma TUTTOCONCORSI, raggiungibile dalla home page del sito web della Provincia di Latina, sezione “in evidenza” o direttamente sulla rete internet all’indirizzo https://provincialatina.tuttoconcorsipa.it.

Tale modalità di iscrizione/partecipazione on-line è l’unica consentita ed è da intendersi tassativa. Le domande dovranno essere inviate entro il 13 novembre 2022.

Nella domanda il candidato dovrà obbligatoriamente indicare l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) al quale debbono essere trasmesse le comunicazioni relative al concorso, nonché il recapito telefonico fisso e/o mobile.

Dopo aver effettuato l’accesso all’area personale, sarà possibile compilare il Form premendo sul comando “Compila”, che attiverà la sezione relativa all’Anagrafica del Candidato, alle Dichiarazioni e ad eventuali Allegati.
La compilazione del Form costituisce presupposto indispensabile ai fini dell’invio della candidatura. Al salvataggio sarà sufficiente cliccare sul comando “Conferma e Invia”.

Inviata l’istanza, una comunicazione di avvenuta trasmissione sarà inviata all’indirizzo di posta elettronica indicato dal candidato e dovrà essere conservata come ricevuta attestante la partecipazione.

Documenti da allegare alla domanda di concorso

Alla domanda devono essere allegati:

  • la certificazione medica attestante le situazioni di cui ai commi 3 e 20 della Legge 104/1992 o le situazioni di cui all’art. 3, comma 4-bis, D.L. n. 80/2021 convertito con modificazioni dalla L. 113/2021 le cui modalità attuative sono definite nell’ art. 2, comma 2 del D.M. 9/11/2021 (pubblicato in G.U. n. 307 del 28/12/2021) pena la mancata fruizione del beneficio di ausili necessari e/o tempi aggiuntivi (solo per i candidati che richiedono di sostenere la prova di esame con ausili e/o tempi aggiuntivi);
  • l’idonea documentazione rilasciata dalle autorità competenti attestante il riconoscimento dell’equipollenza del proprio titolo di studio estero (Paesi extracomunitari) a uno di quelli richiesti dal bando;
  • L’idonea documentazione attestante il diritto alla riserva dei posti di cui all’art.1014 comma 1 del D.lgs. n. 66/2010 e della riserva di cui all’art. 678, comma 9, del D. Lgs. n. 66/2010;
  • Copia fotostatica di documento di identità in corso di validità.

Prova d’esame

Sarà somministrata una prova scritta, anche a contenuto teorico- pratico, e una prova orale, comprendente anche l’accertamento della conoscenza della lingua inglese e dell’informatica. Le prove di esame saranno finalizzate ad accertare il possesso delle competenze, intese come insieme delle conoscenze e delle capacità logico-tecniche, comportamentali, coerenti con il profilo con particolare riferimento all’effettiva capacità di risolvere problemi, elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie competenze lavorative ed inserirsi proficuamente nell’organizzazione dell’Ente.

I candidati dovranno presentarsi alle prove muniti di documento di riconoscimento in corso di validità.

Annunci di lavoro

Banner newsletter_ (900 × 600 px)
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui