inPA, al debutto il portale del reclutamento

Al debutto inPA, il portale del reclutamento che dal 2023 sarà un importante punto di riferimento per chi sarà interessato a qualsiasi selezione pubblica, in qualunque campo. Il portale, sviluppato dal Dipartimento della Funzione pubblica in collaborazione con Almaviva, funzionerà per le prossime settimane in via del tutto sperimentale. Ecco cosa è importante sapere al riguardo.

inPA, al debutto il portale del reclutamento

Questo periodo di sperimentazione servirà per individuare e eventualmente mettere a punto alcuni aspetti del funzionamento. Nel 2023 poi inPA entrerà a regime. Ospiterà allora anche i bandi dei concorsi pubblici ordinari, in sinergia con la Gazzetta Ufficiale, oltre che quelli della PA. E ancora, ci sarà spazio per le procedure di mobilità dei dipendenti pubblici.

Insomma inPA si appresta a diventare un importante punto di riferimento per tutti coloro, e sono tantissimi, che sperano di trovare occupazione attraverso bandi di concorso pubblici. Registrandosi al portale tramite SPID, tutti potranno accedere a inPA. Per prima cosa potranno inserire i propri dati personali e informazioni specifiche sui percorsi formativi intrapresi o eventuali specializzazioni.

Ancora, sarà possibile aggiungere eventuali esperienze professionali nel form appositamente predisposto per garantire la sicurezza dei dati sensibili. Già dai mesi autunnali, sarà poi aggiunta la pubblicazione dei bandi. Non solo, anche degli avvisi di selezione del personale necessario alla realizzazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Insomma il portale si appresta a diventare un mezzo utilissimo per la ricerca e il reclutamento dei profili professionali necessari alle pubbliche amministrazioni e non solo.

Ognuno insomma potrà accedere al portale del reclutamento e inserire il proprio curriculum per entrare a far parte di questo grande e prezioso progetto.

 

 

Annunci Correlati

Menu