IPAV Venezia, concorso per 29 OSS a tempo indeterminato

Le domande di partecipazione devono essere presentate all' Istituzione Pubbliche di Assistenza Veneziane entro il 5 settembre 2022

Concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di 29 posti di operatore sanitario a tempo pieno e indeterminato.

L’IPAV (Istituzione Pubbliche di Assistenza Veneziane), ha indetto un concorso per la copertura di 29 posti di Operatore Socio Sanitario.

Il concorso è volto a individuare figure professionali da inserire presso i Centri Servizi per Persone Anziane
non autosufficienti gestiti da IPAV, come di seguito elencati:

  • Antica Scuola dei Battuti – Mestre – Via Spalti 1;
  • Contarini – Mestre – Via Cardinal Urbani 4;
  • San Lorenzo – Venezia – Sestiere Castello 5071;
  • Zitelle – Venezia – Isola della Giudecca in Calle Ospizio 54/s

Requisiti generali per accedere alla selezione

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea. Ai sensi dell’art. 38 del D.Lgs. n. 165/2001 e dell’art. 25, comma 2, del D.Lgs. n. 251/2007, così come modificati dall’art. 7 della L. 6.8.2013, n. 97;
  • i cittadini di Paesi Terzi titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
  • idoneità, piena e incondizionata, alle mansioni specifiche del profilo professionale;
  • posizione nei riguardi degli obblighi militari, per i soli candidati di sesso maschile;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo e non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione.

Requisiti specifici per l’ammissione al concorso

È richiesto il possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media) o l’assolvimento dell’obbligo scolastico. Coloro che hanno conseguito il titolo di studio all’estero e non hanno ancora ottenuto il relativo riconoscimento potranno procedere con la compilazione della domanda di iscrizione, previo invio della richiesta di riconoscimento del titolo effettuata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica, e saranno ammessi con riserva al concorso;
  • attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario conseguito a seguito del superamento del corso di formazione della durata di almeno 1000 ore, previsto dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie autonome di Trento e Bolzano del 22 febbraio 2001, recepito dalla Regione Veneto con L.R. n. 20/2001.

Come presentare la domanda

La domanda di partecipazione all’avviso pubblico, con i relativi allegati, deve essere compilata esclusivamente on-line accedendo al link, corrispondente all’avviso in oggetto, presente sul sito www.ipav.it nella sezione Amministrazione Trasparente – Amministrazione Trasparente IPAV – sottosezione Bandi di Concorso, oppure digitando direttamente l’indirizzo web: https://albo.ipav.it/PubblicazioneFTP/DL33/concorsiinvigore.xml.

Per la presentazione delle domande i candidati dovranno effettuare la registrazione sul portale seguendo le istruzioni fornite dal sistema. Per l’invio della candidatura sono fondamentali i seguenti documenti:

  • copia di un documento di riconoscimento in corso di validità e/o del permesso di soggiorno;
  • copia del codice fiscale;
  • ricevuta di pagamento di un contributo spese, non rimborsabile, pari a € 15,00
  • copia del titolo di studio richiesto per l’accesso alla selezione ovvero copia del titolo di studio equipollente;
  • attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario o altro equipollente;
  • i documenti comprovanti i requisiti di cui all’Art. 1 “Requisiti di ammissione” che consentono ai cittadini
    non italiani e non comunitari di partecipare alla presente selezione;
  • la documentazione che attesti l’equiparazione degli eventuali servizi svolti all’estero;
  • la documentazione provante ai fini della valutazione dei titoli vari;
  • il curriculum vitae con l’indicazione dettagliata dei titoli di studio conseguiti e delle esperienze
    professionali acquisite;
  • adeguata certificazione medica, rilasciata da una struttura sanitaria abilitata, comprovante lo stato di
    disabilità che indichi, solo nel caso in cui il candidato intendeva avvalersi di tale beneficio, l’ausilio
    necessario in relazione alla propria disabilità e/o la necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento della
    prova d’esame, ai sensi dell’art. 20 della L. n. 104/1992;
  • idonea documentazione, comprovante lo stato di invalidità uguale o superiore all’80% ai fini della richiesta
    dell’esonero della prova preselettiva, solo nel caso in cui il candidato intenda avvalersi di tale beneficio.
Ultimi articoli
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui