ISCR, Concorso per 15 Allievi Restauratori

Il patrimonio artistico più grande del mondo è anche quello meno valorizzato e, come avrete già intuito, appartiene all’Italia. La verità fa male, soprattutto nel caso voi siate dei grandi estimatori delle numerosissime opere d’arte sparse qua e là sulla nostra penisola. Il vostro sogno è quello di salvare l’eredità che ci hanno lasciato i nostri predecessori dal lento ma inesorabile decadimento a cui ogni oggetto prezioso è destinato?

Ebbene, 15 di voi potranno realizzarlo a breve, grazie al corso quinquennale che si tiene presso la Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro di Roma. Gli aspiranti restauratori non devono far altro che partecipare al concorso pubblico, per esami, bandito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

L’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (ISCR) è un organo che afferisce al Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è uno degli centri più prestigiosi nel campo del restauro e della conservazione delle opere d’arte. Nasce nel 1939 dal progetto di Giulio Carlo Argan, ma viene fondato da Cesare Brandi, che dirige l’Istituto per ben 20 anni, fino al 1959. Gli obiettivi del centro sono la ricerca, l’opera di restauro che apre le porte a nuove sperimentazioni, e la continua formazione di nuovi restauratori.

I successi sono garantiti dal contributo di storici dell’arte, architetti, fisici, esperti ambientali, chimici e biologi, e soprattutto dai restauratori, che operano su tutti i tipi di materiale: metalli, pietre, ceramiche, tessuti, legno, e tanti altri. Dal 1944 l’Istituto ospita quella che nel 1998 ha preso il titolo di Scuola di Alta Formazione e di Studio per l’insegnamento del restauro, la quale rilascia, dal 2006, un diploma equipollente al diploma di laurea quinquennale. I corsi che si tengono presso la Scuola sono a numero chiuso, durano 5 anni e mirano al conseguimento di 300 crediti formativi.

 

Il bando relativo all’Anno Formativo 2012/2013 è stato pubblicato lo scorso 15 Maggio, dunque scadrà il prossimo 14 Giugno 2012.

L’Istituto seleziona 15 allievi, così divisi:

  • 10 allievi che seguiranno il Percorso Formativo Professionalizzante in “Materiali lapidei e derivati: superfici decorate dell’architettura”;
  • 5 allievi che seguiranno il PFP in “Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe”.

Per partecipare al concorso sono indispensabili i seguenti requisiti:

  • diploma quinquennale o titolo equipollente (per i cittadini di Stati extracomunitari);
  • idoneità fisica alle attività del percorso formativo;
  • non aver riportato condanne a pena detentiva superiore a tre anni.

 

E’ consentita l’iscrizione con riserva a coloro che conseguiranno il diploma prima della data d’inizio della prova orale. Le domande di ammissione, redatte su carta libera e firmate in calce, dovranno pervenire entro il 14 giugno al seguente indirizzo:

Segreteria SAF dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il restauro
Via di San Michele, 23
00153 Roma

I candidati possono spedire la domanda tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, oppure consegnarla a mano presso la suddetta Segreteria, che rilascerà un’apposita ricevuta. I candidati cittadini di Stati non appartenenti all’UE potranno far pervenire la domanda tramite la Rappresentanza Diplomatica o Consolare.

 

Per informazioni sulle prove d’accesso e su come strutturare la domanda di ammissione, scarica il bando in formato pdf oppure visita il sito dell’ISCR.

Annunci Correlati

Menu