Concorso Ministero Giustizia: 791 i posti per funzionari della professionalità pedagogica e servizi sociali

Diverse le opportunità offerte ai laureati

Pubblicato il Concorso del Ministero della Giustizia: quest’ultimo, per titoli ed esami ha come obiettivo la selezione di 791 candidati da impiegare in attività non dirigenziale a tempo indeterminato e da inquadrare nell’Area funzionari dei ruoli del Ministero della giustizia, e, nelle more della La Commissione RIPAM. Ecco tutto quello che c’è da sapere sui posti messi a bando e la procedura da seguire per candidarsi.

I posti disponibili al Concorso Ministero Giustizia

Nello specifico, i 791 posti messi a disposizione dal Ministero della Giustizia sono così ripartiti:

  • 360 funzionari della professionalità pedagogica (Codice 01) da assegnare al Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità;
  • 413 funzionari della professionalità di servizio sociale (Codice 02) da assegnare al Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità;
  • 18 conservatori (Codice 03) da assegnare all’Ufficio centrale archivi notarili.

I requisiti richiesti per accedere al concorso

Oltre ai requisiti generali segnalati sul bando di concorso, per accedere alla selezione è necessario essere in possesso di:

  • Per la posizione di funzionario della professionalità pedagogica: Laurea (L): L-19 Scienze dell’educazione e della formazione o titolo equiparato secondo la normativa vigente oppure Laurea magistrale (LM): LM-50 Programmazione e gestione dei servizi educativi; LM-57;
  • Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua; LM-85 Scienze pedagogiche; LM-93 Teorie e metodologie dell’e-learning e della media education, o titoli equiparati secondo la normativa vigente.
  • Per la posizione di funzionario della professionalità di servizio sociale (Codice 02): Laurea: L-39 Servizio sociale oppure diploma universitario in servizio sociale o diploma di assistente sociale conseguito ai sensi del DPR 15 gennaio 1987, n. 14 e in aggiunta abilitazione all’esercizio della professione di assistente sociale e iscrizione all’albo professionale degli assistenti sociali. In alternativa Laurea magistrale: LM-87 Servizio sociale e politiche sociali e abilitazione all’esercizio della professione di assistente sociale.
  • Per la posizione di conservatore, è richiesta LMG/01 Giurisprudenza, 22/S Giurisprudenza o diploma di laurea in Giurisprudenza, senza equipollenti.

Come inviare la domanda di partecipazione

Per inviare la domanda di partecipazione è possibile utilizzare la procedura telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS e compilando il format di candidatura sul Portale “inPA”, disponibile a questa pagina. Per la partecipazione il candidato dovrà avere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato o un domicilio digitale.

Per chi è alla ricerca di un nuovo concorso pubblico, ma non è interessato a quello indetto dal Ministero della Giustizia, è possibile visitare questa pagina per restare aggiornato.

Greta Esposito
Greta Esposito
Copywriter e web editor, ho la fortuna di fare della scrittura la mia professione. Non viaggio mai senza musica in cuffia e amo le maratone di film in bianco e nero. Di cosa non posso fare a meno? Della libertà di gestire il mio tempo per dedicarmi alle mie passioni.

Annunci di lavoro

Banner newsletter_ (900 × 600 px)
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui