Lavoras Sardegna: concorso per 118 posti ad Olbia

La Regione Sardegna ha deciso di offrire un’occasione a tutte le tipologie di disoccupati: ai più giovani e a quelli avanti con gli anni, alle donne, a chi non ha professionalità specifiche e ai laureati, a chi non ha mai avuto un’occupazione e a coloro che invece sono fuoriusciti dal mercato del lavoro.
concorso sardegna

Con la Legge Regionale n° 1 del 2018 ha varato “LavoRAS”, il Programma integrato per sviluppare le opportunità di inserimento lavorativo dei giovani e dei disoccupati sardi.

LavoRAS comprende due Misure principali:
– i Cantieri 
– le Politiche Attive del Lavoro

LavoRAS è un programma integrato per sostenere la ripresa del mercato del lavoro in Sardegna.

Concorso Sardegna Lavoras Olbia

Con una dotazione complessiva di 129,7 milioni di euro, stanziati con la legge finanziaria regionale 2018 (l.r. n.1/2018), LavoRAS si compone di un ampio pacchetto di misure per favorire l’occupazione, secondo un approccio globale: finanziamento dei cantieri operativi; cantieri di nuova attuazione; incentivi alle imprese per le assunzioni, con prevalenza per quelle stabili; formazione per consentire l’adeguamento delle competenze e migliorare l’occupabilità; interventi straordinari per le situazioni di crisi; lavoro a chiamata dei soggetti espulsi dal mercato del lavoro; promozione della creazione d’impresa.

Il programma ha una estensione triennale: per il 2019 e per il 2020 sono stati rispettivamente stanziati 70 milioni di euro.

LavoRAS si rivolge a diversi target di destinatari:
– Giovani tra i 18 e i 35 anni
– Disoccupati over 35
– Disoccupati over 55
– Lavoratori aziende in crisi

L’Aspal l’agenzia sarda per le politiche attive del lavoro, ha pubblicato un avviso di selezione di 118 unità professionali da assumere a tempo determinato con applicazione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) di categoria del settore privato corrispondente, da impiegare nei cantieri comunali di nuova attivazione.

Le figure richieste sono diverse, dall’amministrativo al tecnico specializzato, nonché dall’operaio qualificato all’ingegnere o  all’architetto, per i quali sono richiesti requisiti specifici. Ecco nel dettaglio le mansioni richieste:

  • 1 Coadiutore amministrativo
  • 5 Collaboratore amministrativo
  • 6 Geometra
  • 4 Ingegnere
  • 8 Manovali e personale non qualificato dell’edilizia civile e professioni assimilate
  • 16 Geometra
  • 16 Ingegnere, architetto geologo, agronomo
  • 24 Manovali e personale non qualificato della costruzione e manutenzione di strade dighe e altre opere pubbliche
  • 6 manovale edile
  • 6 operatore alla motosega
  • 3 Autista conduttore di macchine movimento terra
  • 2 Muratore in pietra e mattoni
  • 5 Geometri e capo squadra
  • 10 Personale forestale non qualificato
  • 2 Personale forestale qualificato ( boscaliolo, segatore di alberi, tagliabosco)
  • 2 Geometra e/0 perito agrario e/o equipollente
  • 2  Ingegnere, architetto, agronomo, geologo

L’avviso si rivolge ai lavoratori:

– privi di impiego o occupazione e in possesso dello status di disoccupato ai sensi dell’art.19 del d. lgs. 150/2015;

– iscritti al Centro per l’impiego di Olbia competente per territorio che abbiano dichiarato la propria immediata disponibilità al lavoro (DID);

– che non sono destinatari di qualsiasi forma di sostegno al reddito o sovvenzione) o indennità di disoccupazione e/o mobilità (NASPI, ASDI, etc.).

– residenti e domiciliati nel Comune titolare dell’intervento alla data di pubblicazione dell’avviso. I lavoratori residenti e domiciliati hanno priorità;

– non residenti ma domiciliati nel Comune titolare dell’intervento alla data di pubblicazione dell’avviso. I lavoratori non residenti, ma domiciliati nel Comune sono collocati in subordine rispetto ai residenti;

  • in possesso delle seguenti abilitazioni/patenti/idoneità: coadiutore amministrativo : laurea in Lettere; collaboratore amministrativo: diploma di istruzione secondaria superiore che permette l’accesso all’università; geometra: diploma di Geometra o equipollente e patente B in corso di validità; ingegnere: Laurea in Ingegneria triennale o magistrale e patente B in corso di validità; manovale personale non qualificato dell’edilizia civile e professioni assimilate: patente B in corso di validità; geometra: diploma di Geometra e patente B in corso di validità; ingegnere-architetto-agronomo-geologo:  laurea in Ingegneria, in Architettura, in Geologia, in Scienze Agrarie o equipollenti e patente B in corso di validità; manovale edile: patente B in corso di validità; operatore alla motosega: patente B in corso di validità; autista conduttore di macchine movimento terra:  patente B in corso di validità, abilitazione all’utilizzo MMT ai sensi dell’art. 73 co 5 D.Lgs. 81/2008 in corso di validità; muratore in pietra e mattoni: patente B in corso di validità; geometri capo squadra: diploma di Geometra o equipollente e patente B in corso di validità; personale  forestale non qualificato:  patente B in corso di validità; personale forestale qualificato (boscaiolo-segatore di alberi-tagliabosco) patente B in corso di validità; geometra e/o perito agrario e/o equipollente: diploma di geometra, diploma di perito agrario e/o equipollenti e patente B in corso di validità.

Per ciascun profilo e qualifica professionale è formulata una graduatoria. Se dovesse arrivare un maggior numero di domande, i candidati verranno sottoposti all’accertamento dell’idoneità professionale consistente nello svolgimento di prove pratiche attitudinali.

La domanda di partecipazione, che potrà essere consegnata a mano nella sede dell’Aspal o essere inviata via pec, deve pervenire entro il 28 dicembre 2018.

Per leggere il bando completo cliccare qui

Annunci Correlati

Menu