Lavoro per Architetti e Ingegneri con la Regione Puglia

Ci sono professioni fortemente caratterizzate da alcuni strumenti che sono diventate parte integrante dell’iconografia del professionista, ma anche un po’ una “coperta di Linus” del singolo lavoratore, senza i quali si sentirebbe perso, quasi depersonalizzato.

ingegnereSe vi chiedessi di pensare a un architetto e a un ingegnere, per esempio, voi come li immaginereste? Indubbiamente nella vostra mente cominciano a delinearsi oggetti come squadre, compassi, planimetrie arrotolate e caschetti: sì, perché effettivamente un architetto e un ingegnere che lavorano in cantiere non possono fare a meno di questi e altri utensili per svolgere il loro lavoro.

La Regione Puglia ha bandito un concorso per la formazione di graduatorie volte all’assunzione proprio di ingegneri e architetti per il conferimento di incarichi provvisori nel settore opere pubbliche.

 

La Regione Puglia ha indetto un concorso pubblico, per titoli e colloquio, per la formazione di graduatorie da utilizzare per il conferimento di incarichi provvisori per collaboratori tecnici professionali ingegneri e collaboratori tecnici professionali architetti. Una volta verificato il possesso dei requisiti da parte dei candidati, questi ultimi dovranno sottoporsi a una prova d’esame che consisterà in un colloquio che verterà sulle conoscenze riguardanti la condotta professionale e amministrativa nelle opere pubbliche, la sicurezza dei cantieri, prevenzione incendi e impianti, conoscenza della lingua straniera a scelta tra inglese e francese e la conoscenza dei principali applicativi informatici.

 

Per prendere parte alla selezione è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti generali:

  • cittadinanza italiana o UE
  • idoneità fisica all’impiego
  • godimento dei diritti civili e politici
  • non essere stati destituiti da pubblico impiego

 

E dei seguenti requisiti specifici:

  • Collaboratore Tecnico Professionale – Ingegnere
    laurea in Ingegneria (vecchio ordinamento, laurea triennale, specialistica o magistrale), abilitazione all’esercizio professionale e iscrizione all’albo dell’Ordine degli Ingegneri, sezione A (settori A e B) o sezione B (settore A) da almeno cinque anni
  • Collaboratore Tecnico Professionale – Architetto
    laurea in Architettura (vecchio ordinamento, laurea triennale, specialistica o magistrale), abilitazione all’esercizio professionale e iscrizione all’albo dell’Ordine degli Architetti, sezione A o sezione B da almeno cinque anni

 

Per partecipare alla selezione, è necessario inviare la domanda di partecipazione, corredata dalla documentazione richiesta, entro e non oltre il 4 Aprile 2014.

Annunci Correlati

Menu