Microcredito Donna: finanziamenti ambito sociale

Il microcredito è una misura di sostegno finanziario di piccole dimensioni, utile per aprire nuove imprese o affrontare le emergenze economiche dei soggetti più vulnerabili, ai quali i normali servizi bancari non concedono prestiti per mancanza di garanzie.

Il progetto Microcredito Donna intende finanziare i progetti di nuove imprese femminili e favorire l’inclusione sociale dei soggetti svantaggiati attraverso erogazioni di prestiti fino a 25.000 euro.

Microcredito Donna è un progetto finanziato dal Ministero del Lavoro in collaborazione con l’Ente nazionale per il Microcredito. Tale ente è un organismo di diritto pubblico che intende promuovere la conoscenza del microcredito come strumento di aiuto per lo sradicamento della povertà, agevolare l’esercuzione tecnica dei progetti di cooperazione a favore dei Paesi in via di sviluppo e individuare misure per stimolare lo sviluppo dei sistemi finanziati a favore dei soggetti in stato di povertà, per incentivare la costituzione di microimprese in campo nazionale ed internazionale.

Il progetto Microcredito Donna intende favorire l’accesso al credito e al finanziamento per nuove imprese femminili e iniziative di inclusione sociale; grazie a queste misure, è possibile accedere a prestiti agevolati per creare nuove attività imprenditoriali. Le misure finanziate dal progetto Microcredito Donna sono di due tipologie:

  • Microcredito d’impresa: misure per favorire l’avvio o l’esercizio di attività di lavoro autonomo da parte di persone fisiche, società di persone, srl semplificate, associazioni o cooperative. In questo caso, i finanziamenti concessi non possono superare 25.000 euro, devono essere finalizzati all’avvio o allo sviluppo di iniziative imprenditoriali e devono essere accompagnati dalla prestazione di servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio dei soggetti finanziati;
  • Microcredito Sociale: misure per favorire l’inclusione sociale e finanziaria di persone fisiche in condizioni di vulnerabilità economica e sociale. In questo caso i finanziamenti non possono superare 10.000 euro e devono essere accompagnati dalla prestazione di servizi ausiliari di bilancio familiare.

In entrambi casi i finanziamenti di Microcredito Donna vengono concessi a condizioni più favorevoli a quelli presenti sul mercato, e i soggetti che ne fanno richiesta non devono offrire garanzie reali. Il progetto offre inoltre servizi di informazione e orientamento, valutazione dell’idea imprenditoriale, supporto per la stesura del progetto. I richiedenti potranno anche usufruire di un tutor che provvederà a verificare l’andamento e la formazione dell’idea imprenditoriale oppure supporto nella gestione del bilancio familiare e servizi di ascolto.

Per accedere ai finanziamenti agevolati del progetto Microcredito Donna, visitate questo sito web. Seguite il link in fondo alla pagina e compilate il modulo di richiesta di informazioni con i vostri dati personali. I responsabili dell’Ente nazionale per il Microcredito vi ricontatteranno al più presto per seguirvi in tutte le fasi di informazione ed erogazione del prestito, valutando gratuitamente il progetto d’impresa e consigliando le future imprenditrici sulla base delle esigenze personali.

Annunci Correlati

Menu