MiTe, concorso pubblico per 92 esperti da inserire in diverse aree

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 4 luglio 2022

Il MiTe (Ministero della Transizione Ecologica) ha avviato un concorso pubblico per individuare 92 esperti per i progetti di ‘Rivoluzione verde e transazione ecologica.

Il Ministero della Transizione Ecologica, l’organo di Governo preposto all’attuazione della politica ambientale, svolge funzioni di tutela tutela della biodiversità, degli ecosistemi e del patrimonio marino-costiero, salvaguardia del territorio e delle acque, politiche di contrasto al cambiamento climatico e al surriscaldamento globale, sviluppo sostenibile, efficienza energetica ed economia circolare, gestione integrata del ciclo dei rifiuti, bonifica dei Siti d’interesse nazionale (SIN), valutazione ambientale delle opere strategiche, contrasto all’inquinamento atmosferico-acustico-elettromagnetico e dei rischi che derivano da prodotti chimici e organismi geneticamente modificati.

IL MiTe svolge un ruolo fondamentale nella gestione gestione dei fondi dei programmi comunitari. In quest’ottica ha avviato una selezione mirata a individuare 92 professionisti da inserire in diverse aree operative.

MiTe, concorso pubblico per 92 esperti. Le figure ricercate

La selezione avviata dal MiTe mediante il concorso pubblico è finalizzata all’assunzione delle seguenti figure professionali:

  • N. 3 – PROGRAM MANAGER PNRR M2C1
  • N. 3 – PROGRAM MANAGER PNRR M2C2
  • N. 2 – PROGRAM MANAGER PNRR M2C3
  • N. 2 – PROGRAM MANAGER PNRR M2C4
  • N. 35 – PROJECT MANAGER
  • N. 5 – AREA MANAGER COORDINATOR PNNR M2C2 – M2C3
  • N. 2 – AREA MANAGER COORDINATOR PNRR M2C4 – M3C2
  • N. 8 – AREA MANAGER
  • N. 2 – ESPERTI AIUTI DI STATO
  • N. 5 – ESPERTI IN PROCEDURE DI GARA E CONTRATTUALISTICA PUBBLICA
  • N. 1 – ESPERTO GIURIDICO NORMATIVA AMBIENTALE/DNSH
  • N. 3 – ESPERTI GIURIDICI PARERI E AUTORIZZAZIONI AMBIENTALI
  • N. 3 – ESPERTI FINANZA E GESTIONE DEI FINANZIAMENTI
  • N. 2 – ESPERTI UFFICIO STAMPA
  • N. 1 – ESPERTO DIGITAL MARKETING
  • N. 2 – ESPERTI SUPPORTO ITC
  • N. 2 – TECNICI ESPERTI IN PROGETTAZIONE TECNICA PNRR M2C1
  • N. 1 – TECNICO ESPERTO IN PROGETTAZIONE TECNICA PNRR M2C2
  • N. 1 – TECNICO ESPERTO IN PROGETTAZIONE TECNICA PNRR M2C3
  • N. 3 – TECNICI ESPERTI IN PROGETTAZIONE TECNICA PNRR M2C4
  • N. 2 – TECNICI ESPERTI MONITORAGGIO AMBIENTALE PNRR M2C1
  • N. 2 – ESPERTI ATTUAZIONE POLITICHE FINANZIATE CON FONDI UE
  • N. 1 – ESPERTO AMBITO ECONOMICO MERCATO ELETTRICO E/O ENERGIA
  • N. 1 – ESPERTO AMBITO ECONOMICO TERRITORIO E RISORSA IDRICA

Presentazione della domanda

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo https//ripam.cloud previa registrazione del candidato sullo stesso sistema. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è fissata al 4 luglio 2022.

Gli esperti selezionati contribuiranno a realizzare la Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica” del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che si articola su quattro componenti che riguardano le tematiche dell’economia circolare (M2C1), delle fonti di energia rinnovabili (M2C2), dell’efficienza energetica (M2C3) e della tutela del territorio (M2C4).

Requisiti richiesti

Per potere presentare la domanda di partecipazione è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti generali:

  • laurea magistrale / specialistica o diploma di vecchio ordinamento o diploma accademico di secondo livello o diploma accademico del vecchio ordinamento;
  • laurea di primo livello o diploma universitario o diploma accademico di primo livello;
  • laurea di primo livello o diploma universitario o diploma accademico di primo livello in discipline umanistiche o scienze della comunicazione;
  • laurea di primo livello o diploma universitario o diploma accademico di primo livello in scienze e tecnologie informatiche oppure in discipline scientifico / tecnologiche;
  • conoscenza dell’inglese livello B2 o C1.

Ogni posizione richiede requisiti specifici in base alla specializzazione della figura ricercata.

Ultimi articoli
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui