Polizia: Nuovo Concorso per 80 Commissari

Maigret, Basettoni e Gordon. E ancora Rex, Montalbano, Cordier e Winchester. Vi dicono nulla questi nomi? Pensateci bene, anche se appartenenti al mondo della fantasia, questi personaggi hanno qualcosa in comune: sono tutti Commissari, di città reali o fantastiche non importa.

Anche tu conservi gelosamente questo sogno nel cassetto? E’ giunto il momento di tirarlo fuori: la Polizia di Stato ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per 80 posti da Commissario.

La Polizia di Stato è una delle cinque forze di polizia dello Stato Italiano ed dipende direttamente dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, che a sua volta non è altro che l’apparato amministrativo più importante con cui il Ministero degli Interni si occupa di gestire la sicurezza e l’ordine pubblico in Italia. La Polizia di Stato è un corpo molto antico, le cui origini risalgono all’amministrazione della Pubblica Sicurezza istituita da re Carlo Alberto nel 1848, anche se a quei tempi non si trattava di altro che di semplici servizi di ordine pubblico e di pattugliamento a cavallo.

 

In oltre 150 anni, il corpo ha mutato più volte forma e compiti, complici le riforme radicali attuate durante il regime fascista, però possiamo identificare un passo importante nella trasformazione del corpo carloalbertino che lo ha avvicinato alla concezione di Polizia di Stato che abbiamo noi oggi: si tratta dell’istituzione della scuola di polizia scientifica nel 1902 ad opera di Salvatore Ottolenghi, allievo del celebre Cesare Lombroso.

Per partecipare al concorso, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti politici
  • possesso delle qualità morali e di condotta (previste dall’articolo 35 della legge 165/2001)
  • età inferiore ai 32 anni
  • possesso di uno dei seguenti titoli di studio: laurea specialistica o magistrale (o equiparata) in giurisprudenza, scienze delle pubbliche amministrazioni, scienze dell’economia, scienze economico-aziendali, scienze della politica
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio di polizia (sana e robusta costituzione, statura superiore a 1,65 m per gli uomini e a 1,61 m per le donne, senso cromatico e luminoso normale, campo visivo normale e visione notturna sufficiente, visus corretto non inferiore a 10/10, con una correzione massima consentita di tre diottrie), idoneità all’attività agonistica per l’atletica leggera)

 

Dopo la verifica dei requisiti, i candidati saranno sottoposti ad una prova preselettiva qualora il numero di domande presentate sia superiore a cinquanta volte il numero di posti messi a concorso. La prova preselettiva consterà di quesiti a risposta multipla riguardanti le seguenti discipline: diritto penale, diritto processuale penale, diritto civile, diritto costituzionale e diritto amministrativo. Superata questa prova, i candidati saranno sottoposti alle prove necessarie per ottenere l’ammissione alle prove scritte: si tratta delle prove di efficienza fisica, gli accertamenti psichici e attitudinali. I candidati idonei verranno quindi ammessi a sostenere le prove scritte, e tutti coloro che supereranno le suddette con una valutazione superiore a 21/30 saranno ammessi a sostenere la prova orale.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il bando sul sito web della Polizia di Stato –> www.poliziadistato.it/articolo/view/32716/

Per prendere parte al concorso, è invece necessario inviare la propria domanda corredata dalla documentazione richiesta attraverso la procedura online entro e non oltre le ore 23.59 del 24 Aprile 2014.

Annunci Correlati

Menu