Regione Puglia: Mobilità Volontaria per 200 Funzionari

19 LUGLIO 2012: La regione puglia, con a capo Nichi Vendola, questa volta fa sul serio. Con Delibera del 10 Luglio 2012 è stato sbloccato il Concorso per 200 posti per amministrativi e Tecnici di Cat. D a tempo indeterminato. La Delibera in questione è stata poi pubblicata sul Bollettino Regionale del 19 Luglio 2012. I Posti a Concorso saranno così divisi: 130 per l’Area Amministrativa e 70 per l’Area Tecnica.

Ora la palla passa al Dirigente del Personale che, una volta espletate le obbligatorie procedure di mobilità dovrà pubblicare in Gazzetta Ufficiale l’indizione vera e propria del Bando di Concorso. Solo da quel momento sarà possibile iniziare ad inviare le domande. Da precisare che il 50% dei posti è riservato al personale interno da riqualificare tramite progressione verticale.

——————————————————————————————————-

AGGIORNAMENTO 3 Dicembre 2012: Secondo l’estratto della Delibera (che trovate in fondo all’articolo)  del 19 Luglio 2012 si doveva procedere ad un Concorso esterno per 200 Funzionari a Tempo Indeterminato per carenza di personale all’interno della Regione. La determina che vi riportiamo oggi, invece, parla di due avvisi pubblici di mobilità volontaria emanati per l’eventuale copertura di n. 200 posti di funzionario – categoria D, ai sensi dell’art.30 del D.Lgs. n.165/2001. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 20 Dicembre 2012.

In poche parole la mobilità interna prende la precedenza sul concorso esterno e il concorso è riservato solo a coloro che sono già dipendenti pubblici. Quindi. pugliesi di tutta Italia che lavorate nella P.A. fuori dalla Vostra regione, questa potrebbe essere una buonissima occasione per avvicinarvi a casa!
A questo punto si può pensare che il concorso esterno verrà attivato successivamente alla mobilità nel caso non verranno occupati tutti i posti con questa procedura. Ma al momento, su quest’ultima ipotesi, non si ha alcuna certezza.

——————————————————————————————————-

 

 

Su i requisiti specifici per i posti a concorso non si hanno ancora notizie precise se non riferimenti al Regolamento regionale. La Giunta regionale, inoltre, aspettandosi a priori un elevato numero di domande, ha già deciso che ci saranno le prove preselettive e che, citando la delibera:

si ritiene opportuno nonché necessario, fissare una quota d’iscrizione al concorso pubblico suddetto di euro 20,00, quale contributo utile al finanziamento delle spese da sostenere per le procedure concorsuali stesse e quale impegno per i candidati, al fine del contenimento della spesa.

 

 

Se siete interessati a tutti gli sviluppi futuri del Concorso, vi consigliamo di inserire ques’articolo nei preferiti. Tutti gli aggiornamenti a seguire saranno inseriti su questa pagina.

Annunci Correlati

Menu