Riforma concorsi pubblici, il DL Covid è legge: le novità approvate

Il DL Covid è legge e la Riforma sui concorsi pubblici è ufficiale. Ecco allora tutte le importanti disposizioni sullo svolgimento dei concorsi pubblici in un momento in cui occorre non abbassare la guardia. I prossimi concorsi pubblici dunque dovranno svolgersi nel rispetto delle normative anti Covid. Impensabile dunque partecipare a bandi con migliaia di candidati, tutti nella stessa sede. Scopriamo le ultime novità approvate sui concorsi pubblici del 2021.

Riforma concorsi pubblici, il DL Covid è legge: le novità approvate

Intanto, dallo scorso 3 maggio sono ripresi i concorsi pubblici in presenza e questo è già un dato importante visto che per moltissimi mesi ciò non è avvenuto. Il Decreto, approvato con le ultime disposizioni anti contagio, prevede dunque importanti novità, per esempio lo svolgimento di una sola prova scritta e una orale, con modalità decentrate. Un’altra novità riguarda la partecipazione ai concorsi pubblici per i candidati in possesso di Laurea Magistrale in scienze delle religioni (LM64). Alla luce del nuovo decreto, questo titolo dispiegherà gli stessi effetti del possesso del titolo di laurea magistrale in scienze storiche (LM84), in scienze filosofiche (LM78) e in antropologia culturale ed etnologia (LM01).

 

E ancora, saranno previste modalità ulteriormente semplificate (prova orale facoltativa) per i concorsi relativi al periodo dell’emergenza sanitariaInoltre, possibilità a regime per le commissioni di suddividersi in sottocommissioni. L’obiettivo, in questa fase di contenimento della pandemia, è quello di ridurre i tempi di reclutamento del personale. Ecco perché nei concorsi per il reclutamento di personale non dirigenziale, ci sarà l’espletamento di una sola prova scritta e di una prova orale.

Contemporaneamente, è previsto l’utilizzo di strumenti informatici e digitali e, facoltativamente, svolgimento in videoconferenza della prova orale. Infine, il DL Covid prevede la fase di valutazione dei titoli legalmente riconosciuti ai fini dell’ammissione alle successive fasi concorsuali.

Come comportarsi in vista dei concorsi

Ci sono delle regole alle quali attenersi scrupolosamente ogni volta che si partecipa al concorso. Intanto ‘obbligo di tampone rapido o molecolare da effettuare nelle 48 ore precedenti allo svolgimento del concorso. Quindi, l’obbligo di indossare la mascherina FP2 in sede di esame. Al fine di evitare i tanto pericolosi assembramenti, sarà previsto lo scaglionamento degli orari di presentazione all’interno delle aree concorsuali.

 

Annunci Correlati

Menu